Politica Conegliano

Amministrative a Conegliano: il candidato sindaco Bruno Zanette si dimette

Il candidato di “Cambiamo! Con Toti”: “La frammentazione del centrodestra è la cosa peggiore che potesse accadere e non mi aspettavo una situazione del genere"

Bruno Zanette, volto noto e storico nella città del Cima, ha deciso di fare un passo indietro o meglio un passo di lato ritirando, di fatto, la sua candidatura a sindaco di Conegliano per “Cambiamo! Con Toti”. Zanette, attivo nel volontariato e nelle attività sociali, è sempre stato sostenuto dalle associazioni cittadine che anche in questo caso non hanno voluto far mancare il loro appoggio. All’incontro, erano presenti Patrizia Loberto e Stefano Sperandio, in rappresentanza di Conegliano In Cima, e Rino Boscarato di Contrada Granda, i quali hanno dimostrato il proprio apprezzamento per Zanette.

“Ringrazio gli amici delle associazioni presenti – così ha esordito Zanette nel suo discorso – e ringrazio chiara Di Giusto che mi ha permesso di fare questo percorso partito da gennaio fino ad oggi. Dovevamo entrare in coalizione con Garbellotto”. Zanette fa riferimento alla coalizione di centro destra che appoggia il noto imprenditore di Conegliano, formata da una civica, Lega e Fratelli d’Italia.

“La frammentazione del centrodestra è la cosa peggiore che potesse accadere e non mi aspettavo una situazione del genere. Essendo coerente con me stesso, in accordo con il partito, abbiamo deciso di correre da soli. A Roma ci hanno dato il benestare ma all’ultimo momento è arrivato lo stop per l’intervento di qualcuno che ha voluto rompere le uova nel paniere, probabilmente riuscendoci. A quel punto mi è stato chiesto di formare una lista civica mia, ma voglio essere coerente con me stesso. Ho lavorato con il partito e con il partito e se quest’ultimo ha deciso, come traspare in queste ore, di cambiare le arte in tavola, da persona leale e ferma nei miei valori, preferisco fare un passo di lato e lasciare la competizione” continua Zanette.

A fianco dell’esponente politico Valentina Beltrame, amica di lunga data: “Bruno per me è come un padre e quindi oggi son qui per sostenerlo. Speravo e volevo una politica vera, senza interessi ma mi pare che ci sia una sfiducia generale” interviene la Beltrame che con Zanette compare settimanalmente in una trasmissione televisiva dedicata alla cultura. “Quando da Roma è arrivato lo stop, dove aver incassato il benestare la settimana prima, con la comunicazione di correre per Chies io – prosegue Bruno Zanette – sono rimasto fermo nelle mie convinzioni ed essere coerente con le scelte che mi hanno sempre contraddistinto. Da qui la decisione di farmi da parte e di non sposare le nuove indicazioni che stavano arrivando”.

“Ci tengo a precisare che questa è una mia scelta, condivisa da Valentina e tanti altri e non del partito che, negli ultimi giorni, ha preso decisioni diverse dagli accordi di sette giorni prima. Se lo stesso “Cambiamo!” vorrà farmi dimettere o estromettermi dal movimento, non ci sono problemi, per me, e lo ribadisco, è solo una questione di coerenza e di valori” chiosa Zanette. “Conegliano ha bisogno di essere rivalutata con persone che hanno voglia di impegnarsi realmente – prende la parola Valentina Beltrame – e sentivamo la necessità di questo cambiamento necessario per la città e per i cittadini che la formano”.

“Con la precedente amministrazione Chies, le associazioni sono rimaste al palo e non è stato dato loro il giusto valore. Io ho sempre fatto parte di questi movimenti attivi in città e che hanno dato lustro a Conegliano. Lasciarle da parte è stato un grosso errore e questo è uno dei motivi per il quali non ho mai sposato l’opera dell’ex sindaco – e conclude Zanette – la mia decisione non significa abbandonare la politica e la vita attiva per questa splendida città. Ho tanti amici che mi vogliono bene, le associazioni con le quali collaboro, il volontariato ma soprattutto la speranza di dare nuova dignità ad una città che la reclama ogni giorno. Non ho mai cercato sedie e oggi ne avete avuto la riprova. Vado avanti con coerenza, senza giochi e sotterfugio, con i valori sani e belli che contraddistinguono anche i nostri concittadini dei quali vado orgoglioso. Viva Conegliano” termina l’ex candidato Sindaco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amministrative a Conegliano: il candidato sindaco Bruno Zanette si dimette

TrevisoToday è in caricamento