Forza Nuova scrive al Prefetto: "No ai profughi all'ex Polveriera di Volpago"

La polemiche: "Dovrebbe agire in costanza di tutela territoriale e non a supporto di logiche economiche che anziché essere a beneficio della comunità ledono la stessa nei suoi principi e nella sua identità"

TREVISO Stimato Prefetto, A più riprese io, guidando il gruppo militante veneto di Forza Nuova, ho sollevato, negli ultimi tempi, parecchie forti obiezioni in merito alla decisione di destinare l’ex Polveriera di Volpago del Montello a struttura d’accoglienza per profughi, o meglio sedicenti profughi. Ho a più volte con veemenza sostenuto che di certo la struttura non poteva essere idonea a livello strutturale per la nuova destinazione d’uso, ho più volte difeso l’idea che su un territorio come il nostro l’accoglienza in quanto tale non è un prospettiva volta alla tutela degli abitanti e dei territori, troppi sono gli esempi passati che danno suffragio a questa mia presa di posizione.

Lei, di contro, è intenta a spronare le Cooperative del territorio a spingersi sempre più verso l’accoglienza, tanto da esortare le stesse a mezzo stampa il 23 Gennaio urlando a gran voce: “L’accoglienza è un affare“, difatti ogni Sua azione è stata ed è improntata proprio al sostenere ed aumentare questo business in maniera a dir poco indiscriminata. Come Prefetto dovrebbe agire in costanza di tutela territoriale e non a supporto di logiche economiche che anziché essere a beneficio della comunità ledono la stessa nei suoi principi e nella sua identità. Concludendo e tornando alla situazione dell’ex Polveriera Le vorrei rappresentare un problema di salute pubblica decisamente rilevante; abbiamo sorvolato la zona con un drone e abbiamo acquisito un video che evidenzia numerosissime coperture in eternit, materiale, come Lei ben saprà, particolarmente pericoloso. Sorge spontanea e doverosa una domanda: “ In previsione della trasformazione dell’ex Polveriera in un Centro d’Accoglienza, verrà bonificata la zona dalla presenza di eternit? E se sí, questi costi saranno a carico delle Cooperative pronte a trarre i benefici economici derivanti dall’accoglienza o saranno costi che cadranno in capo ai cittadini del territorio? A queste domande una risposta è dovuta credo non tanto a me quanto ai cittadini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cordialmente Andrea Visentin

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Smart contro un camion: muore 32enne, l'amica alla guida non aveva la patente

  • Azienda trevigiana investe 2mila euro a dipendente per corsi e viaggi all'estero

  • Schianto sulla Pontebbana, gioielli e arnesi da scasso nella Smart

  • Con lo scooter contro un'auto, muore noto albergatore jesolano

  • Monfumo, Cornuda e Pederobba: raffica di allagamenti, strade come fiumi

  • Malore improvviso, 40enne ricoverato in elisoccorso: è gravissimo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento