rotate-mobile
Politica Oderzo

Morti in casa di riposo, Sernagiotto: “Verificare responsabilità”

L'assessore regionale ai Servizi sociali, Remo Sernagiotto, ha incontrato i vertici della casa di riposo di Oderzo, dove sono morti due anziani di gastroenterite

Appresa la notizia della morte di due ospiti di una casa di riposo “Pagani”, a Oderzo, stamattina l’assessore regionale ai Servizi Sociali, Remo Sernagiotto, si è recato all’istituto.

“Scoprire che cosa ha causato il decesso di due ospiti e disturbi di salute per altri quarantaquattro – ha commentato l’assessore – senza cercare capri espiatori, ma andando in fondo alla vicenda e alle responsabilità”.

Dopo una cena, avvenuta la scorsa settimana, quarantasei dei cinquantotto ospiti del “Pagani” si sono sentiti male, pare a causa di un0intossicazione alimentare dovuta ad un batterio. Di queste persone, due sono decedute.

“Esprimo il mio rammarico per quanto successo agli ospiti e alle loro famiglie. Ho voluto rendermi conto di persona dell’accaduto – ha continuato Sernagiotto – dopo aver saputo dall’Azienda Ulss 9, quanto successo”.

Con Sernagiotto c’era anche la commissaria regionale per la non autosufficienza Annalisa Basso, che, in qualità di rappresentante della Regione, affiancherà la commissione d’inchiesta già nominata dall’azienda ospedaliera.

La magistratura ha già ricevuto una prima relazione sui fatti ed entro lunedì al massimo dovrebbe avere anche una relazione completa con tutte le spiegazioni, che dovrebbe essere recapitata anche alle famiglie degli ospiti.

Insieme all’assessore Sernagiotto e alla commissaria Annalisa Basso, erano presenti a Oderzo anche il presidente della casa di riposo, Sandro Valerio, il direttore ai Servizi sociali dell’Azienda Ulss 9 di Treviso, Gerardo Favaretto, e il sindaco di Meduna, Marica Fantuz.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morti in casa di riposo, Sernagiotto: “Verificare responsabilità”

TrevisoToday è in caricamento