Autonomia del Veneto, Laura Puppato (Pd): "La Lega Nord divide i cittadini veneti"

"Chi affigge cartelli osceni dovrebbe attendersi cartelli con una accusa provata e circostanziata: 'Chi ha preso in giro i veneti con il Referendum delle beffe, ora lo paghi"

CROCETTA DEL MONTELLO "La vicenda che ha colpito la sindaca di Casier mette in evidenza gli unici ruoli svolti 'dall’ideona' del referendum promosso dal presidente Zaia. Dividere la platea dei cittadini veneti, continuare l’opera di deformazione della realtà  e soprattutto stordire con slogan che nessun effetto hanno sulle possibilità già disponibili per le regioni a statuto ordinario". Lo ha dichiarato Laura Puppato, senatrice trevigiana del PD

"La prova provata, vera prova del nove della totale ininfluenza del referendum sul tema autonomia, sono il tavolo con il Governo, che vedrà presenti i governatori di Emilia Romagna, Lombardia e Veneto e le loro delegazioni - continua la politica del Partito Democratico - Già, perché quel 43% di elettori veneti che scientemente hanno deciso di offrire con il 'Non voto' la loro riprovazione a Zaia per i fondi pubblici spesi “ad abundantiam” e senza buon senso per un inutile referendum è la presenza di tre regioni al tavolo per le autonomie; una di queste però, l’Emilia Romagna, avendo già iniziato da tempo il processo, senza aver speso 1 euro ed aver avanzato proposte condivise e sensate sulle materie da avere in gestione. Non a caso la regione delle tre con la crescita maggiore di PIL e occupazione e con i migliori servizi al sociale e per il diritto all’istruzione. Chi affigge cartelli osceni dovrebbe attendersi cartelli con una accusa provata e circostanziata: 'Chi ha preso in giro i veneti con il Referendum delle beffe, ora lo paghi'. Il politologo Sartori diceva infatti che la democrazia non è andare a votare per ogni facezia, meno che mai per decidere l'ovvietà. Avrebbe certo sorriso per questa evidenza spudorata avvenuta in Veneto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da tre giorni: Giorgia ritrovata a Napoli nella notte

  • Da oltre 24 ore non si hanno più notizie di Giorgia: mobilitati i social per ritrovarla

  • Tumore incurabile, il sorriso di Roberta si spegne a soli 54 anni

  • Abusi sessuali in seminario: «Io, violentato da due preti che ancora esercitano in Veneto»

  • Epatite fulminante, il sorriso di Ennio Vendramini si spegne a 53 anni

  • Tragico schianto fuori strada, muore automobilista

Torna su
TrevisoToday è in caricamento