Politica

Blitz nella notte degli anarchici del Badalùc: affissa una bandiera rossa per i partigiani sul Monte Altare a Vittorio Veneto

Il collettivo vittoriese ha deciso di ricordare così il 1 maggio, in onore delle vittime della Wemacht tedesca, delle brigate nere e della X Flottiglia M.A.S.

La bandiera rossa affissa sul Monte Antares

VITTORIO VENETO Nella notte tra sabato e domenica una grande bandiera rossa è stata vista sventolare sul Monte Antares (oggi Altare) di Vittorio Veneto, appesa alla nota croce cristiana presente sul posto. Il blitz è stato subito rivendicato dagli "anarchici vittoriesi", i quali hanno voluto festeggiare il 1 maggio ricordando, come 72 anni fa (1 maggio 1944), i partigiani che collocarono una "Bandiera Rossa", segno di speranza e di lotta dopo il duro inverno passato alla macchia.

"Dopo vent'anni di dittatura che aveva proibito la festa dei lavoratori, e non del lavoro dove si festeggia tutti per non festeggiare nessuno, una giornata di lotta-testimonianza che il movimento di classe non aveva nazione alcuna ed internazionalista tingeva di rosso la primavera della Resistenza. Mentre per Vittorio Veneto scorrazzavano i tedeschi della Wermacht, SS, brigate nere ed infami manipoli della X flottiglia M.A.S, una bandiera sfidava il loro regno di violenza e privilegio" hanno dichiarato alcuni esponenti del 'Badalùc' di Vittorio Veneto " Nonostante gli anni il compito nostro non è meno arduo, ossia tenere alto il valore della Resistenza alla faccia dei nostalgici, delle nuove destre come CasaPound e dei gruppi xenofobi ed ignoranti che giorno dopo giorno vogliono seppellire il dolore causato dalle ideologie fasciste e naziste attraverso il revisionismo storico. Ecco allora sventolare nuovamente la bandiera rossa! La bandiera degli sfruttati, la bandiera degli 11 morti di Chicago del 1886, la bandiera della battaglia internazionale delle 8 ore lavorative. La bandiera della rivoluzione sociale contro il capitale!".

"In ricordo del passato vogliamo infine citare Pasolini: 'Per chi conosce solo il tuo colore, bandiera rossa, tu devi realmente esistere, perchè lui esista: chi era coperto di croste è coperto di piaghe, il bracciante diventa mendicante, il napoletano calabrese, il calabrese africano, l'analfabeta una bufala o un cane. Chi conosceva appena il tuo colore, bandiera rossa, sta per non conoscerti più, neanche coi sensi: tu che già vanti tante glorie borghesi e operaie, ridiventa straccio, e il più povero ti sventoli'” .

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz nella notte degli anarchici del Badalùc: affissa una bandiera rossa per i partigiani sul Monte Altare a Vittorio Veneto

TrevisoToday è in caricamento