Bando per gli alloggi popolari: il Comune premia chi vuole uscire dall’area golenale

Da alcuni mesi, inoltre, è partito il cantiere per la costruzione di 20 nuovi alloggi in via Roma, intervento che mira al recupero ed alla riqualificazione del patrimonio edilizio esistente

La Giunta comunale nella seduta del 26 agosto scorso ha definito i criteri e gli indirizzi per l’emanazione del bando di concorso per l’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica. Importanti novità sono state introdotte, quali ad esempio l’assegnazione di 8 punti a quanti hanno la residenza anagrafica continuativa da oltre 30 anni nel Comune di Ponte di Piave ed ai residenti in zona golenale, soggetta a continue esondazioni, da almeno 20 anni, solo per citarne alcuni.

“Abbiamo voluto introdurre criteri premianti a favore dei cittadini pontepiavensi – ha dichiarato il Sindaco Paola Roma – e dare la possibilità concreta anche a persone residenti dell’area golenale di potersi spostare, alla luce delle criticità idrogeoliche interessano il nostro territorio. Tali punteggi permetteranno anche di ottenere un vantaggio a favore di particolari figure, quali anziani anche soli con difficoltà a sostenere i costi di un affitto, ma anche persone separate con figli a carico, e donne vittime di violenza familiare documentata e con figli minori a carico nell’ottica, di un più ampio e condiviso percorso di attenzione nei confronti delle fasce più deboli e svantaggiate”.

L’Amministrazione comunale ha rivolto così l’attenzione ai costi dell’abitare che incidono sempre più pesantemente sui costi delle famiglie.  Da alcuni mesi, inoltre, è partito il cantiere per la costruzione di 20 nuovi alloggi nell’area di via Roma, intervento che mira al recupero ed alla riqualificazione del patrimonio edilizio esistente con particolare attenzione ai dettami della legge della Regione Veneto sul consumo del suolo, in linea con gli obiettivi comunitari. “Le richieste che giungono agli Uffici - ha dichiarato l’assessore Matteo Buso- sono in costante aumento, per questo abbiamo cercato di introdurre criteri che possano favorire i pontepiavensi che realmente hanno più bisogno di sostegno. Con questo bando, verrà redatta una graduatoria che sarà utilizzata, per l’inserimento delle persone, appena verranno ultimati gli alloggi di via Roma che sono in corso di realizzazione”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con la Ferrari del papà il figlio di mister Nice

  • Camionista trovato morto nel parcheggio del centro commerciale Arsenale

  • Lutto nel mondo del Prosecco: Orfeo Varaschin muore a 50 anni

  • Autotreno pieno di ghiaia si ribalta in strada: traffico in tilt

  • Camper sbanda e distrugge una balaustra del ponte di Vidor: gravi disagi al traffico

  • Pullman per la gita scolastica non a norma: sequestrati dalla polizia stradale

Torna su
TrevisoToday è in caricamento