rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Politica San Pelaio / Via Antonio Gramsci

Alberi di San Pelaio: «Contarina risponde, il sindaco no»

Su richiesta dei residenti della zona, Luigi Calesso ha inviato una mail a Contarina e al sindaco Conte per segnalare il problema degli alberi nel quartiere di San Pelaio

Sollecitato da alcuni residenti in via Bachelet e via Gramsci, il 24 settembre Luigi Calesso ha inviato al sindaco di Treviso, Mario Conte, e al presidente di Contarina un'e-mail in cui segnalava il persistere del problema delle alberature "invadenti" nelle due vie di San Pelaio e la necessità di un intervento di manutenzione straordinaria sia delle piante che dei marciapiedi per evitare il peggioramento della situazione e per tentare di porvi rimedio.

Dopo tre giorni Calesso ha ricevuto da Contarina una dettagliata ed esaustiva risposta che spiega quali sono gli interventi effettuati (sia di "spollonatura" che propedeutici agli interventi straordinari che, invece, sono di competenza del Comune). A quasi tre settimane dall'invio della e-mail, invece, dal sindaco e dall'amministrazione comunale non è arrivata nessuna risposta. Commenta Calesso: «Spero, e sperano soprattutto i residenti, che la giunta, in realtà, si stia occupando del problema e che lo stanziamento necessario per gli interventi essenziali sulle alberature di via Bachelet e via Gramsci trovi spazio negli 800 mila euro di fondi che sono stati riservati dalla nuova amministrazione proprio a manutenzioni straordinarie del patrimonio arboreo del Comune di Treviso».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alberi di San Pelaio: «Contarina risponde, il sindaco no»

TrevisoToday è in caricamento