Domenica, 16 Maggio 2021
Politica

“Una squadra forte e preparata, capace di far cambiare passo a Casale”

Così Stefania Benetti, candidato Sindaco di Verso il Domani sabato mattina alla presentazione della lista che sostiene alle elezioni comunali del prossimo 11 giugno

CASALE SUL SILE “Casale ha bisogno di cambiare subito passo dopo cinque anni di scelte mancate e occasioni perse; proprio per questo voglio ringraziare tutte le persone, non soltanto quelle in lista, che hanno condiviso un progetto importante e hanno garantito la propria disponibilità.” Così Stefania Benetti, candidato Sindaco di Verso il Domani sabato mattina alla presentazione della lista che sostiene alle elezioni comunali del prossimo 11 giugno. “Siamo riusciti – spiega Benetti – ad allestire una lista assolutamente ricca di competenze, capaci di far cambiare, fin dal primo giorno di mandato, passo al nostro Comune. Non c’è assolutamente tempo da perdere: abbiamo già perso cinque anni nei quali il sindaco uscente non ha fatto nulla, ma si è soltanto impegnato in operazioni di “ingegneria” contabile che non hanno portato alcun beneficio, anzi hanno prodotto tagli economici e immobilismo.”

“La propaganda del Sindaco uscente – aggiunge il candidato Sindaco – è assolutamente spregiudicata e propria di una cultura politica di centrodestra che, qui come altrove, ha prodotto soltanto danni. L’unica cosa che stanno dicendo a noi cittadini è che a Casale va tutto bene, che hanno fatto tantissime cose, delle quali evidentemente siamo noi a non esserci accorti,  e che la nostra è una squadra di persone inesperte.”

“Noi – conclude Stefania Benetti – siamo fermamente convinti, invece, che Casale in questi anni, sia regredita in termini di qualità della vita e di capacità di erogare i giusti i servizi soprattutto a chi vive condizioni di difficoltà. Non possiamo più perdere tempo e non è possibile continuare a farci ingannare da facili promesse che, come si è visto in questi cinque anni, non saranno mai mantenute. La partecipazione attiva dei cittadini è certamente una cosa positiva, aggregare persone per rifilare scuse e dire che nulla può essere fatto, non significa consentire a tutti di essere protagonisti della loro comunità. Per quello che riguarda le competenze e la capacità di amministrare, mi auguro che presto ci possa essere un confronto pubblico, per consentire ai cittadini di maturare il proprio giudizio: fare a gara tra noi candidati chi sia il più preparato è un esercizio privo di significato.” 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Una squadra forte e preparata, capace di far cambiare passo a Casale”

TrevisoToday è in caricamento