rotate-mobile
Giovedì, 6 Ottobre 2022
Politica

Caso Tassitani, Bisinella chiede una riforma del sistema giudiziario: "No a sconti di pena"

Dopo la notizia di una presunta e possibile scarcerazione di Michele Fusaro, la senatrice trevigiana è intervenuta sulla questione spinosa della giustizia della pena in Italia

TREVISO “Michele Fusaro fuori dal carcere tra un anno? È assurdo. Serve al più presto una radicale riforma del sistema giudiziario con uno stop a sconti di pena, permessi e benefici: casi come questo sono inaccettabili e non si devono ripetere”. Lo dichiara la senatrice di Fare! Patrizia Bisinella, riferendosi al delitto di Iole Tassitani di Castelfranco Veneto, dal cui rapimento sono passati dieci anni esatti il 12 dicembre scorso.

“In base alle dichiarazioni rese alla stampa dall’avvocato Roberto Quintavalle, legale della famiglia Tassitani, Michele Fusaro, condannato a trent’anni per il macabro omicidio di Iole, potrebbe addirittura uscire dal carcere tra solo un anno, prima con dei permessi e poi definitivamente – afferma Bisinella -. Si tratta di un caso emblematico, che fa capire quanto necessaria sia una riforma della normativa che vada ad incidere sugli sconti di pena ed i benefici concessi ai carcerati. Tempo fa, anche dopo aver avuto contatti con l’avvocato Roberto Quintavalle, avevo presentato una proposta di legge che prevedesse una modifica sostanziale dell’ordinamento, con l’inammissibilità del rito abbreviato per delitti punibili con la pena dell’ergastolo e mettendo fine anche a riduzioni di pena, sconti e benefici per i condannati. Un’iniziativa purtroppo poi rimasta bloccata in commissione Giustizia per mancanza di volontà della maggioranza di procedere per la parte riguardante reati gravissimi come l’omicidio ed in parte assorbita da un’azione del governo di riforma della giustizia per quelli come furti e rapine in negozi ed abitazioni. Rimane il fatto che il caso di Fusaro rientra tra quelle situazioni che rimangono incomprensibili per l’opinione pubblica, sia per la pena a trent’anni grazie al rito abbreviato che per questa possibilità di liberazione anticipata”

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Tassitani, Bisinella chiede una riforma del sistema giudiziario: "No a sconti di pena"

TrevisoToday è in caricamento