Cima Grappa: al via il progetto di restauro

Sara Cunial, deputata del Movimento 5 Stelle in commissione agricoltura ha espresso grande soddisfazione per le decisioni prese dal Governo in merito al restauro del mausoleo

Foto d'archivio

«Finalmente il cammino del progetto per il restauro conservativo del Sacrario militare sulla cima del Monte Grappa, è decollato. Grazie al lavoro del Governo in poco tempo sono state gettate le basi per un progetto davvero imponente che prevede la riqualificazione dell'intero complesso monumentale, con il suo grande ossario a custodia dei caduti, oltre agli apprestamenti militari, la Caserma Milano e persino la fatiscente ex base Nato che verrà demolita e bonificata per poi essere inglobata a pieno regime nel progetto di rifacimento». A dirlo, in queste ore, è Sara Cunial deputata del Movimento 5 Stelle in Commissione Agricoltura. 

«Non si tratta semplicemente del riconoscimento di un simbolo nazionale tra i più suggestivi d'Italia, legato alla nostra storia e alla memoria dei caduti - continua Cunial - ma di un impegno di valorizzazione di un intero territorio da numerosi punti di vista: paesaggistico, turistico, agricolo, sociale e culturale. Un passo importante anche nell'ottica della candidatura ufficiale del Massiccio del Grappa a Riserva di Biosfera Unesco - conclude Cunial - Un’opportunità imprescindibile per la nostra terra e per chi la abita».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Schianto contro un camion, dichiarata la morte cerebrale del 17enne

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

  • Esplode una granata nel garage di casa, 19enne trasportato in ospedale

  • La ghiacciaia: il bistrot realizzato in un bunker della Grande Guerra

Torna su
TrevisoToday è in caricamento