Politica Via Bruno Baldrocco

Amianto, il progetto di Mosole approda in Commissione Ambiente

Della discarica di Porcellengo di Paese si parlerà martedì al Sant'Artemio. Andrea Zanoni: "Ricordino che hanno gli occhi puntati di oltre 7000 cittadini"

E' stata convocata, martedì al Sant'Artemio, la Quarta Commissione permanente Ambiente che rilascerà il suo parere sulla discarica Terra del gruppo Mosole a Porcellengo di Paese.

Si avvia verso la fine, dunque, l’iter autorizzativo del progetto che coinvolge Porcellengo, frazione di Paese.

L'incontro di martedì è stato preceduto dalla convocazione del gruppo Mosole, mercoledì 8 maggio scorso, l’audizione del sindaco di Paese, il 15 maggio, e quella dell’Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione Ambientale del Veneto, il 22 maggio.

Prima di essere convocato in Provincia, il sindaco Francesco Pietrobon ha ricevuto le oltre 7mila firme contro la discarica raccolte dai rappresentanti di Paeseambiente, Legambiente e alcuni cittadini, accompagnati dall’eurodeputato e presidente di Paeseambiente Andrea Zanoni, che avevano già sottoposto la petizione anche al presidente della Provincia Leonardo Muraro.

Firme portate poi anche al presidente della Regione Luca Zaia, il 20 maggio, a San Vendemiano.

Ora la Commissione Ambiente potrebbe mettere la parola fine al progetto del gruppo Mosole, che prevede lo smaltimento di 460mila metri cubi di amianto nella cava in via Baldrocco a Porcellengo.

Il procedimento prevede che la parola passi poi al Consiglio Provinciale, guidato da Leonardo Muraro, che finora si è dimostrato incerto nel bloccare la discarica. La palla passerà quindi alla Commissione Regionale per la Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) e solo se quest’ultima dovesse esprimere parere favorevole, il progetto potrebbe essere approvato dalla Giunta Regionale.

"Mi auguro che i componenti della Quarta Commissione diano ascolto a quei 7.371 cittadini che hanno firmato la petizione contro la discarica - ha dichiarato Zanoni - e che la Provincia di Treviso decida di fermare il progetto. Paese in passato ha detto sì a troppe discariche di ogni tipo ed è giunta l’ora di dire basta. Gli enti che sono chiamati a rilasciare le autorizzazioni non possono ignorare le nuove indicazioni del Parlamento europeo - ha concluso - che chiede una strategia Ue per eliminare le discariche di amianto".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amianto, il progetto di Mosole approda in Commissione Ambiente

TrevisoToday è in caricamento