rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Politica San Giuseppe / Viale Montegrappa

Meno luce di notte in città: i tagli di Ca' Sugana per risparmiare

Meno lampioni accesi e per tempo più breve: il Comune di Treviso taglia l'illuminazione pubblica per risparmiare sulla bolletta dell'elettricità. Dovrebbe ricavare 150mila euro all'anno

Dopo aver tenuto chiusi gli uffici comunali a Natale per ridurre le spese di riscaldamento, Ca' Sugana punta sull'illuminazione pubblica per risparmiare.

L'amministrazione comunale trevigiana ha infatti deciso di spegnere alcuni dei 14mila lampioni della città e di ridurne il tempo di accensione. Resteranno al buio alcune lampade in viale Vittorio Veneto, viale Montegrappa e in viale Serenissima, nelle lottizzazioni non ancora edificate e in alcuni parcheggi.

Tagliata anche l'illuminazione scenografica, dalle due all'alba, lungo Mura, fontane, canali e alcuni monumenti, mentre gli altri lampioni verranno accesi dieci minuti dopo e spenti dieci minuti prima rispetto all'orario in vigore fino a ora.

In questo modo Ca' Sugana conta di ridurre di almeno 150mila euro l'anno la bolletta da un millione e 205 mila euro arrivata nel 2011. Per raggiungere il traguardo prefissato, tuttavia, spegnere i lampioni non basta.

L'amministrazione porterà avanti l'installazione di dodici riduttori di flusso che regoleranno la potenza luminosa, mentre 400 delle tremila vecchie lampade a vapori di mercurio attive in città e fuori norma dal 2015 verranno sostituite con una cinquantina di led e apparecchi al sodio ad alta pressione.

L'intervento costerà al Comune 261mila euro e i lavori inizieranno tra qualche settimana.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meno luce di notte in città: i tagli di Ca' Sugana per risparmiare

TrevisoToday è in caricamento