rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Politica

Maltempo, ecco i provvedimenti del Governo a favore delle colline del Prosecco

Giunta la risposta all'interrogazione che il senatore trevigiano Franco Conte (Ap) ha fatto a favore dei vigneti flagellati dalle gelate dello scorso mese di aprile

TREVISO "Il Ministero delle Politiche Agricole presta la massima attenzione al tema delle imprese colpite da eventi atmosferici avversi. Proprio per questo e in considerazione dell'eccezionalità di quanto accaduto abbiamo approvato l'emendamento alla manovra correttiva dei conti pubblici, che prevede una disposizione a favore delle imprese agricole che abbiano subito danni dalle gelate, brinate e nevicate eccezionali verificatesi nel mese di aprile 2017, nonché dalla siccità del periodo estivo, estendendo ad esse la possibilità di accedere ai benefici del Fondo di Solidarietà nazionale anche per le colture assicurabili. La disposizione tiene conto del fatto che, sebbene gli eventi considerati siano assicurabili per la totalità delle colture vegetali, nelle aree maggiormente colpite dalle avversità - le colline del Prosecco - gli strumenti assicurativi agevolati sono invece scarsamente utilizzati dagli agricoltori i quali - in caso di eventi eccezionali - non potrebbero contare su alcuna forma di compensazione, rischiando di vedere compromessa la possibilità di ripresa economica e produttiva dell’attività". È il contenuto, reso noto oggi, della risposta all'interrogazione che il senatore trevigiano Franco Conte (Ap) ha fatto a favore delle colline del Prosecco flagellate dal maltempo lo scorso Aprile.

"Si tratta - spiega il senatore Franco Conte - di una serie di interventi fondamentali per un territorio, quello Veneto, ed in particolare quello delle Colline del Prosecco, che dimostrano attenzione per una economia che nel momento della crisi è riuscita a tenere duro ed ha fatto molto per il nostro territorio".

Quindi, sottolinea il Ministro, le aziende colpite dalle gelate o dalla siccità e che non abbiano sottoscritto polizze assicurative, potranno accedere ai benefici previsti dal decreto legislativo 102 del 2004 per favorire la ripresa dell’attività produttiva. Ma non è tutto: per garantire maggiore liquidità alle imprese agricole, è stato chiesto alla Commissione europea di autorizzare l’erogazione di anticipi almeno fino al 70% per i pagamenti diretti e fino all'85% per il sostegno concesso nell’ambito delle misure a superficie dello sviluppo rurale, nonché di applicare una deroga sul greening che consenta agli agricoltori di utilizzare i terreni lasciati a riposo per il pascolo o sfalcio anche nei periodi in cui tale pratica è vietata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo, ecco i provvedimenti del Governo a favore delle colline del Prosecco

TrevisoToday è in caricamento