rotate-mobile
Politica

Contributi 2012 per ammodernamento delle reti idriche

Destinato al potenziamento del sistema dell'area a Sud di Treviso mezzo milione di euro da parte della Regione Veneto. Si tratta del fondo di maggiore entità tra le province venete

Approvato dalla giunte regionale del Veneto il riparto dei proventi dei canoni di concessione di acqua pubblica.

Dei due milioni e mezzo di euro, destinati all'ammodernamento delle reti idriche pubbliche, il contributo maggiore (mezzo milione di euro) verrà assegnato al potenziamento del sistema acquedottistico, gestito da Alto Trevigiano Servizi S.r.l,. dell’area a sud di Treviso interessata da inquinamento da mercurio.

“Le risorse per il 2012 – sottolinea l'assessore all’ambiente e al ciclo dell’acqua Maurizio Conte - sono state assegnate ai Gestori del servizio idrico integrato a differenza delle precedenti annualità, in cui i contributi regionali erano stati assegnati alle Autorità d’Ambito Territoriali Ottimali. Per cercare,
da un lato, una maggiore semplificazione procedurale e, dall’altro, in considerazione del minor numero di interventi finanziabili in seguito alla riduzione delle risorse disponibili, abbiamo ritenuto opportuno assegnare direttamente le risorse da impegnare ai Gestori, in quanto diretti realizzatori delle opere proposte”.

Nella Marca trevigiana gli altri interventi inseriti nella ripartizione riguardano, per Ats S.r.l. il collettamento dei reflui della fognatura di Castelcucco verso Pagnano d’Asolo (100mila euro) e per l’adeguamento dell'impianto di trattamento reflui in Via Bosco nel comune di Maser (150mila euro); per Piave Servizi Scarl, il potenziamento del sistema acquedottistico dell’area interessata da inquinamento da mercurio nel comune di Casier (150milaeuro).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contributi 2012 per ammodernamento delle reti idriche

TrevisoToday è in caricamento