menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Agricoltura Veneto: sbloccati i pagamenti dei contributi europei alle aziende

L'assessore regionale all'agricoltura, Pan: "L'obiettivo prioritario è quello di pagare le aziende che non hanno ancora ricevuto alcun contributo, in particolare i piccoli agricoltori, cioè coloro che hanno diritto a premi inferiori a 1.250 euro"

TREVISO Svolta nei pagamenti dei contributi europei della PAC, politica agricola comunitaria, attesi dagli agricoltori veneti: a partire dalla prossima settimana Avepa, l’agenzia regionale per i pagamenti in agricoltura, sbloccherà le domande con anomalie ed inizierà a pagarle via via che queste saranno risolte. Successivamente l’agenzia provvederà a completare i pagamenti in favore delle aziende che hanno già ricevuto una parte dei contributi PAC.

E’ quanto è stato definito nel corso dell’incontro dedicato ai ritardi nei pagamenti dei contributi europei della Pac tra l’assessore regionale all’agricoltura, il direttore di Avepa e i responsabili regionali delle principali organizzazioni di categoria del mondo agricolo,Pietro Piccioni per Coldiretti, Valter Brondolin per la Cia, Luigi Bassani per Confagricoltura, Renzo Aldegheri per Copagri e Annibale Doriano, svoltosi nella sede dell’agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura.

Le attuali difficoltà – hanno riconosciuto tutti i partecipanti al tavolo - sono dovute anzitutto al mancato funzionamento del sistema di coordinamento di AGEA, che ha impedito agli organismi pagatori di operare con efficienza a causa del ritardo con cui sono state fornite le informazioni e le disposizioni necessarie, rivelatesi oltretutto discordanti tra loro e quindi difficili da applicare.

Ciò nonostante, sul fronte dei pagamenti, Avepa sta proseguendo la liquidazione delle domande PAC con l’obiettivo prioritario – hanno ribadito l’assessore e il direttore dell’agenzia - di pagare le aziende che non hanno ancora ricevuto alcun contributo, in particolare i “piccoli agricoltori”, cioè coloro che hanno diritto a premi inferiori a 1.250 euro.

Il tavolo ha infine preso atto dei problemi derivanti dal grave ritardo con cui AGEA ha consegnato i dati relativi al refresh, di cui vanno peraltro verificate la qualità e l’affidabilità, sulla base dei quali l’agenzia effettuerà i controlli sulle superfici, con il rischio che eventuali errori nei dati ricevuti creino difficoltà nei pagamenti futuri, ma anche in quelli già effettuati. Per questa ragione AVEPA e i centri di assistenza agricola hanno convenuto sulla necessità della massima collaborazione nella gestione delle procedure di back office che consentiranno di risolvere eventuali anomalie da refresh.

L’incontro – ha evidenziato l’assessore Giuseppe Pan - ha consentito di fare il punto sull’attuale situazione dei pagamenti, ma soprattutto di concordare una linea d’azione per risolvere le difficoltà nell’interesse delle aziende agricole, in un momento in cui è più che mai necessario intervenire con efficacia ed rapidità a sostegno dell’economia agricola della nostra Regione”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento