rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Politica San Biagio di Callalta

Comunali 2023: «Corso gratuito di educazione finanziaria a San Biagio di Callalta»

La proposta della candidata sindaco di Forza Italia, Valentina Pillon, rivolta a tutta la cittadinanza. «L'educazione finanziaria serve a tutti per non fare scelte basate sulla fiducia e incorrere quindi in fregature»

«L’educazione finanziaria dovrebbe interessarci di più: riguarda tutti, non solo chi ha grandi patrimoni». A dirlo è Valentina Pillon, candidata sindaco a San Biagio di Callalta con la lista San Biagio cresce (centrodestra).

L’informazione disinteressata in ambito finanziario sarebbe uno dei primi passi dopo il voto per rendere migliore la qualità della vita dei suoi concittadini: «Nel territorio c’è stata un’involuzione dei risparmi e le truffe sono presenti costantemente, anche online. A intaccare la solidità dei patrimoni, oltre alle persone malfidate, all’incertezza delle criptovalute e ai buchi nelle aziende, va presa in considerazione anche la bancarotta fraudolenta». Tutti grattacapi che, con una preparazione adeguata, si possono evitare o arginare. La proposta di Valentina Pillon, presente nel programma, prevede un ciclo di incontri gratuiti rivolti a tutta la cittadinanza, con particolare attenzione ai giovani e agli anziani. «Queste fasce d’età, pur partendo da elementi comuni, hanno un progetto di vita e delle esigenze diverse, che meritano un approfondimento e delle risposte specifiche - sostiene la candidata di Forza Italia -. L'educazione finanziaria serve a tutti per non fare scelte basate sulla fiducia e incorrere quindi in fregature».

A confermarlo è il consulente trevigiano Fabio Menon, fondatore di Archeide SCF, storica società di consulenza finanziaria indipendente trevigiana, che oltre a divulgare da quasi 20 anni tematiche sui rischi e i metodi per risparmiare consapevolmente, si occupa anche della formazione interna alle aziende, in una logica di welfare e di  previdenza complementare: «Nel corso della vita abbiamo tutti a che fare con situazioni che richiederebbero una minima conoscenza di elementi di base, come per esempio sapere cos’è un tasso d’interesse semplice o composto, distinguere un tasso reale da uno nominale, comprendere i costi dei prodotti che ci propongono, valutare i rischi. Chiedere un prestito, stipulare un mutuo, aderire alla previdenza complementare o sottoscrivere un investimento sono alcune delle situazioni più frequenti nelle quali dovremmo dotarci almeno delle nozioni base in modo da poterle gestire con serenità e consapevolezza». Il contesto italiano tuttavia è poco lusinghiero, come testimoniato dall’Ocse (l’organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) in merito all’alfabetizzazione finanziaria. Spiega Menon: «In Europa rimaniamo tra gli ultimi in merito a conoscenza finanziaria come ripetutamente confermano rilevazioni statistiche recenti. Basterebbe intervenire già a livello scolastico con percorsi teorici e pratici per cambiare non solo la classifica, ma anche la qualità della vita». E inoltre: «I giovani crescerebbero più consapevoli, specialmente responsabilizzandoli su un tema così importante come il risparmio».

Ecco allora che diventa ancora più importante istituire un progetto di educazione finanziaria a livello locale. «Quella proposta da Valentina Pillon - conclude Menon -, è un’idea molto sentita e di grande attualità. Il mercato italiano purtroppo è da sempre orientato improntato su una 'consulenza' orientata alla vendita, come quella offerta dalle banche e dalle assicurazioni, ovviamente interessate a collocare la loro offerta prodotti. L’informazione e la formazione però vanno fatte da chi sul mercato assume un ruolo imparziale, da chi è capace di fornire consigli che sviluppino l’attitudine a comprendere i rischi collegati alle scelte finanziarie». Ad abbassare il rischio, ossia il rovescio della medaglia del profitto, e aumentare la consapevolezza nella gestione del proprio patrimonio, occorre pertanto un’educazione finanziaria indipendente. Uno dei primi passi necessari per crescere e vivere meglio a San Biagio di Callalta, che coinvolgerà Valentina Pillon, in veste di formatrice, assieme al team di Archeide SCF.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali 2023: «Corso gratuito di educazione finanziaria a San Biagio di Callalta»

TrevisoToday è in caricamento