rotate-mobile
Politica

Muraro: "Costituente subito, i veneti devono poter decidere"

Il presidente della Provincia di Treviso e di UPI Veneto lancia un appello alle istituzioni regionali: "Il Veneto non deve subire i ritardi del Governo"

“Tra le motivazioni espresse dalla Consulta in merito al taglio delle Province promosso nella spending review montiana si parla di ‘palese inadeguatezza dello strumento del decreto legge a realizzare una riforma organica’. Se a Roma si lavora così non dobbiamo subire passivamente noi in Veneto. Per questo mi sto muovendo per istituire una Costituente Veneta”, queste le parole del presidente dell’UPI Veneto e della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro.

Muraro si rivolge ora al Veneto, definito esempio di buona amministrazione, chiedendo ai rappresentanti delle istituzioni un confronto sulla creazione di una regione moderna ed efficiente, come richisdono le imprese e la cittadinanza.

In questi giorni sono uscite le motivazioni della Corte Costituzionale che ha dimostrato l’incostituzionalità del decreto. Si legge chiaramente che trasformare la natura di un ente territoriale radicato nell’architettura istituzionale e “previsto e garantito dalla Costituzione” è un’operazione che ricade a ‘domino’ anche sul sistema istituzionale – continua il presidente Muraro – un principio che gli amministratori che reggono le Province hanno ribadito da oltre un anno, mettendosi comunque a disposizione per un riordino complessivo del sistema istituzionale italiano. Ma le cose vanno fatte bene e non per rammendare al bisogno gli strappi” conclude.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muraro: "Costituente subito, i veneti devono poter decidere"

TrevisoToday è in caricamento