rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Politica

«Furbetti del vaccino, la Regione sostenga le Ulss nei controlli»

La richiesta arriva dalle consigliera del Partito Democratico Francesca Zottis, prima firmataria di un’interrogazione alla Giunta

«La Regione sostenga le Ulss nei controlli sulla somministrazione di eventuali vaccini avanzati dando indicazioni chiare e univoche valide per tutti, così da evitare i casi di furbetti, più o meno in buona fede». La richiesta arriva dalle consigliera del Partito Democratico Francesca Zottis, prima firmataria di un’interrogazione sottoscritta anche dagli altri colleghi del gruppo,  Anna Maria. Bigon, Vanessa Camani, Jonatan Montanariello, Giacomo Possamai e Andrea Zanoni. «Nelle ultime settimane, solo per fare due esempi, è scoppiato il caso dell’Ulss 4 con sindaci e assessori vaccinati nei giorni nei giorni stabiliti per i dipendenti comunali, ufficialmente per evitare che le dosi inutilizzate andassero sprecate; nell’Ulss 3 i sieri avanzati sono stati somministrati senza seguire una lista di priorità basata su età o condizioni di salute, ma sulla base del semplice passaparola. Così persone anziane o fragili si sono viste scavalcare senza un apparente valido motivo».

«Siamo d’accordo sul fatto che neanche un vaccino debba andare sprecato, ma al tempo stesso le liste delle eventuali riserve devono essere predisposte assicurando la massima trasparenza e correttezza. Purtroppo non sempre è andata così: la Regione ha effettuato verifiche in tutto il Veneto e con quali risultati? -domandano i rappresentanti dem- Un problema che si sarebbe potuto risolvere a monte se ci fosse stata fin dall’inizio una cabina unica regionale, evitando che ogni Ulss andasse per conto proprio. Viste le numerose segnalazioni - insistono - sono indispensabili criteri certi e non interpretabili, sia per la predisposizione delle liste di riserva in caso di vaccini in sovrannumero che per informare i cittadini».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Furbetti del vaccino, la Regione sostenga le Ulss nei controlli»

TrevisoToday è in caricamento