Sabato, 25 Settembre 2021
Politica

Cyberbullismo, "no al depotenziamento della polizia postale di Treviso"

Parla il Presidente Iuliano Flaviano dell’associazione Nazionale Sostenitori Amici della Polizia: "Chiediamo che il settore di Polizia Postale nella provincia di Treviso sia potenziato sufficientemente con altre risorse umane"

L’associazione Nazionale Sostenitori Amici della Polizia - ANSAP and partners ODV - tra gli scopi e obiettivi che si prefigge, come da Statuto Sociale, ha quello di avviare convegni e incontri con vari interlocutori (in particolare in ambito scolastico), su questioni attinenti alla lotta contro il cyberbullismo. "Su questi temi delicatissimi, seppur in tempi difficili dovuti al Covid, abbiamo già incontrato qualche dirigente scolastico presentando la nostra associazione e cosa ci proponiamo di fare per il futuro. Mentre ci si prodiga da una parte, prendiamo atto, adesso, e con grande stupore, di  continue perdite di risorse umane nei settori investigativi della Polizia Postale nella provincia di Treviso dove le unità operative fra qualche mese rischiano di rimanere solo in cinque unità". A dirlo è il Presidente Iuliano Flaviano.

"Questa gravissima situazione, ad avviso di ANSAP and partners ODV, va assolutamente affrontata in tempo utile, sarebbe inaccettabile che un settore come questo, oseremo dire l’unico in grado di respingere questo male oscuro che troppo spesso si genera negli atteggiamenti di alcuni giovani, e spesso tra studenti, deponga le armi lasciando al proprio destino tanti ragazzi che non sono a conoscenza delle conseguenze che ne derivano laddove si partecipano azione che hanno a che fare con il cyberbullismo. Si tratta infatti di atteggiamenti sempre più gravi, realizzati per via telematica, alcuni attraverso i cosidetti social network, dove si replicano azioni criminose, a volte gravi, e altri fatti quali: forme di pressione, aggressione, molestie, ricatti, ingiurie, diffamazioni, furto d'identità, alterazioni, acquisizione illecita, manipolazioni, trattamento illecito di dati personali in danno di minorenni, che tendono a denigrare taluni vittime, spesso giovanissimi" continua Flaviano.

ANSAP and partners ODV, per voce del suo Presidente Iuliano Flaviano, denuncia perciò questa grave situazione e si rivolge direttamente al competente Ministero dell’Interno chiedendo che il settore di Polizia Postale nella provincia di Treviso sia potenziato sufficientemente con altre risorse umane, non mancando di evidenziare che le attività illecite contrastate da questo settore specialistico della Polizia di Stato sono innumerevoli (come gli atti di pedofilia e le truffe online).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cyberbullismo, "no al depotenziamento della polizia postale di Treviso"

TrevisoToday è in caricamento