Dimissioni Bossi, Muraro: "Un gesto d'amore nei confronti della Lega"

Il Senatur Umberto Bossi ha rassegnato le proprie dimissioni da segretario della Lega Nord. Leonardo Muraro: "Ha capito che è il momento di tirarsi, mi auguro momentaneamente, indietro"

Umberto Bossi ha rassegnato le proprie dimissioni da segretario della Lega Nord. Dalle intercettazioni, apparse anche sulla stampa nazionale, sembrerebbe che dei rimborsi elettorali intascati illecitamente dal tesoriere del Carroccio Francesco Belsito abbia beneficiato anche la famiglia Bossi.

Il coinvolgimento del Senatur nella vicenda, tuttavia, non è ancora stato provato e, negli ultimi due giorni, diversi volti della Lega hanno difeso il loro leader. A Treviso, a difendere a spada tratta il fondatore delle camicie verdi ci ha pensato il sindaco Gian Paolo Gobbo, ospite alla trasmissione "24 Mattino" di Radio 24.

"Il gesto di Umberto Bossi conferma che è un grande segretario, perché ha capito il momento. Ha la mia massima stima", ha commentato il presidente leghista della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro.

"Bossi è un uomo che ama la Lega, che l'ha creata e che ha capito che è il momento di tirarsi, mi auguro momentaneamente, indietro - ha aggiunto - Se sarà dimostrato che le accuse sono una bufala potrà tornare alla guida del partito".

"Spero - ha concluso Muraro - che ora si prenda la decisione più corretta che è quella di mettere la persona più amata alla guida del movimento, Roberto Maroni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Fossalunga, imprenditore e padre di due figlie trovato morto

  • Uccisa a Capo Verde: sui social una raccolta fondi per aiutare i figli

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Acqua micellare: le verità nascoste

  • Chiede al bar gratta e vinci per 400 euro: non vince nulla ed esce senza pagare

  • Suicidio sui binari a San Fior, Venezia-Udine bloccata per tre ore

Torna su
TrevisoToday è in caricamento