menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Electrolux, Zaia: "Non cerco polemiche, Letta convochi il tavolo"

Il governatore del Veneto sollecita l'intervento da parte del governo, durante il consiglio regionale straordinario di venerdì: "Cerco soluzioni"

"Non cerco polemiche ma solo soluzioni. E, in questo, siamo ormai ai tempi supplementari: ecco perché torno a chiedere a gran forza, al premier Letta, di convocare un tavolo a Palazzo Chigi, in cui si discuta della crisi del settore, trattando questa impresa esattamente come fatto con Alitalia e Fiat".

Lo ha detto il presidente del Veneto, Luca Zaia, venerdì a Palazzo Ferro-Fini dove è in corso il Consiglio straordinario dedicato al tema della crisi del manifatturiero, con particolare riguardo al caso Electrolux.

"Chiediamo che Electrolux sia convocata - ha aggiunto Zaia - e che la crisi sia gestita come è stato fatto in Francia e Spagna, dove, evidentemente, sono molto più furbi e svegli di noi''.

Zaia ha detto senza mezzi termini che ''noi non vogliamo perdere l'impresa Electrolux, perché questo significherebbe anche mettere in discussione l'intero distretto industriale. La delocalizzazione è sicuramente uno dei grandi problemi, con 461 esuberi che vengono ora ad aggiungersi ai 1.100 del passato: vogliamo quindi confrontarci fino in fondo con l'azienda, un'eccellenza di Susegana, dove vengono prodotti frigoriferi da incasso, gli unici che attualmente guadagnino in questo settore".

"Non si capisce quindi perché chiudere - ha aggiunto - perché mettere in discussione gli investimenti, da parte di un'azienda che, oltre ai frigoriferi, ha qui un sacco di interessi''. (ANSA)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto Canova, Ryanair annuncia la programmazione estiva

Attualità

Decreto riaperture, la bozza: «Il coprifuoco resta alle 22»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento