menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mogliano verso il voto, M5S accusa: "Improvvisamente piovono soldi"

Insospettiti dalla recente attività dell'amministrazione comunale, i grillini annunciano: "Andremo a controllare con quali soldi Azzolini sta conducendo questa campagna pre-elettorale"

MOGLIANO VENETO - Mogliano Veneto si incammina verso il voto di maggio e "Gli amici di Beppe Grillo di Mogliano e Preganziol" avanzano qualche sospetto sull'attività del Comune.

“Che curioso - dichiarano gli attivisti  - Nelle ultime settimane piovono soldi dalle casse comunali e l'attività amministrativa del comune ha iniziato ad avere una sorprendente vitalità ed attenzione a tutto ciò che in cinque anni non è stato fatto. Non solo, ma pare interessata a risistemare ciò, che dopo averci investito, ha lasciato andare allo sfacelo, con uno spreco di soldi pubblici per il quale non è stato possibile riceverne il minimo beneficio da parte dei cittadini".

Ai grillini moglianesi tutta questa "empatia con i cittadini" puzza di bruciato. Sotto accusa è il recente interesse del sindaco uscente, Giovanni Azzolini, per il Centro Giovani, "lasciato all'abbandono dopo un investimento di 1,2 milioni di euro e venduto alla partecipata Spl prima della messa in liquidazione della stessa". Ma anche il progetto di rotonda alle Olme: "Dopo trent'anni si farà adesso e il Comune contribuirà insieme alla Provincia per 370 mila euro".

L'elenco delle opere "sospette" prosegue con "le due rotatorie in arrivo in primavera in via Zermanesa, 35 mila euro per dieci nuovi semafori a led, 40 mila euro per la sistemazione del parco di villa Longobardi, 20 mila euro per nuovi giochi al parco di via Pasubio e manutenzione a quello del Sole. Torna di attualità la 'cittadella della salute' al Gris - continuano i grillini - ora si assume nuovo personale".

"Si ristrutturerà la scuola Verdi, proclama ora soddisfatto il sindaco dopo aver parlato con Renzi, sbandierandolo come un incredibile risultato, dando sempre colpa al patto di stabilità, per avere finora avuto le mani legate - rincarano la dose gli attivisti grillini - Dopo essersi fatto sfuggire l'anno scorso i contributi europei erogati attraverso la  Regione su richiesta dei Comuni per l'adeguamento sismico e il risanamento conservativo degli edifici scolastici. Contributi che avrebbero consentito pure la demolizione e la ricostruzione ex-novo di vecchi edifici". 

“I cittadini devono sapere che quando governeremo la città - dichiara il candidato sindaco del Movimento Cinque Stelle Cristina Manes - istituiremo un apposito staff per il reperimento di risorse economiche alternative e sfrutteremo tutte le strade per ottenere i preziosi contributi che sono messi a disposizione da Regione e Comunità Europea. E' una vergogna, in tempo di crisi lasciarsi sfuggire simili opportunità ed attribuire al Patto di stabilità che pur vincola, tutte le inefficienze dell'amministrazione comunale”.

E a proposito delle risorse per gli interventi annunciati in quest giorni, il M5S promette: “Andremo a controllare con quali soldi sta conducendo questa campagna pre-elettorale Azzolini in questo momento e il rispetto del suo mandato elettorale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Attualità

Veneto in zona arancione: cosa si può fare da martedì 6 aprile

Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento