rotate-mobile
Politica Preganziol

Comunali: a Preganziol passo indietro di Vecchiato, a Roncade si candida Donadel

L'ex vicesindaco era stato designato da Forza Italia; ora si profila un centro destra unito con Gianni Cestaro ad opporsi ad Elena Stocco, candidata del centrosinistra. L'assessore alla sicurezza di Mogliano Veneto tenta di scalzare il centrosinistra, Viviane Moro. A Revine Lago intanto domani si ri-presenta Massimo Magagnin

La situazione nella corsa elettorale delle comunali 2024 di Preganziol, quella apparentemente più intricata di tutti i 55 municipi della Marca in cui si voterà, potrebbe essersi definitivamente sbloccata: se il centrosinistra ha già da tempo lanciato l'assessora Elena Stocco, ora nel centrodestra resta in ballo il solo candidato Gianni Cestaro, sostenuto da Lega e Fratelli d'Italia. Come a Vittorio Veneto Forza Italia era intenzionata a smarcarsi dagli alleati con un proprio uomo, l'ex vicesindaco Dino Vecchiato ma quest'ultimo proprio ieri, 18 aprile, ha deciso di rinunciare per non entrare in competizione con "l'amico Cestaro". Gli azzurri hanno ora due strade da percorrere: confluire le forze su Cestaro (ipotesi al vaglio del coordinatore provinciale Fabio Chies) o scegliere un altro candidato. Nel frattempo lunedì 22 aprile, alle ore 11.30, presso le ex Scuole Elementari di Sambughè, meloniani e Lega battezzeranno l'avvio ufficiale della campagna elettorale. Senza Forza Italia.

Roncade, c'è Donadel a sfidare Moro. Il Pd si sfila tra le polemiche

Domani, alle ore 10, al Castello di Roncade, si presenta (alle ore 10) l'avventura elettorale di Marco Donadel, attuale assessore alla sicurezza del Comune di Mogliano Veneto. Il candidato sindaco mostrerà il suo simbolo elettorale, alla presenza di tutti i rappresentanti politici che supportano la candidatura a primo cittadino. Il centrosinistra ha annunciato ieri intanto la candidatura di Viviane Moro, assessore della Giunta di Pieranna Zottarelli. Il Pd ha qui rinunciato di correre, come recita un comunicato diffuso in queste ore:

Il circolo PD locale, nella riunione di lunedì 15 aprile, ha deciso a maggioranza di rimanere fuori dalla prossima tornata elettorale del comune di Roncade. «L’attuale maggioranza è stata eletta nel 2019 grazie al nostro sostegno – spiega il segretario di circolo, Gabriele Porcellato – salvo poi dimettersi in blocco dal PD subito dopo l’elezione e non coinvolgerci in questi anni nelle scelte strategiche dell’amministrazione». Nelle scorse settimane è stata avviata un’interlocuzione tra i referenti del circolo e il comitato elettorale della candidata, Viviane Moro, nelle figure di Giorgio Favero, Guido Geromel ed Eriberto Calgaro. «Abbiamo incontrato il gruppo elettorale di Moro per un confronto diretto sulle nostre perplessità in merito all’operato della compagine uscente – continua il segretario – portando in dote un programma articolato e molte proposte per il prossimo quinquennio, oltre che a dei possibili candidati di tutto rispetto». Il Circolo PD ha però portato a casa dalla riunione con la candidata e i tre decani l’idea di un gruppo diffidente, ripiegato su logiche passate, più attento a mantenere la filiera impostata dalle precedenti sindache che a guardare a un nuovo corso per Roncade. «Auspicavamo una sinergia e un entusiasmo che purtroppo non abbiamo trovato – conclude Porcellato – Roncade ha profondamente bisogno di trovare una nuova identità, slegata da logiche del passato, che non riteniamo potrà essere espressa nella prossima corsa elettorale». Il circolo PD ha pertanto ritenuto, onde evitare apparentamenti dell’ultima ora, di rimanere esterno alle prossime elezioni e darsi del tempo per ricostruire e ricompattare il centrosinistra roncadese, così che possa tornare ad esprimere quei valori democratici, riformisti e innovativi che gli sono propri.

Le altre presentazioni dei candidati

Domenica prossima, 21 aprile, la Lista Civica Feston, da 15 anni maggioranza del Comune di Zero Branco, presenterà ufficialmente il proprio candidato sindaco, alle 11.30, presso l'ex pasticceria di via Primo Maggio a Zero Branco.

E ancora, la candidata a sindaco per Pieve di Soligo, Alexa Spina (Fratelli d'Italia), ha invece dato appuntamento ai suoi sostenitori dalle ore 12 alla Locanda da Lino, in via Roma 19 a Pieve di Soligo. 

Sempre domani, sabato 20 aprile, Massimo Magagnin (alle 11.30) attuale sindaco di Revine Lago, ufficializza la candidatura a primo cittadino. L'appuntamento è presso l'Area Verde di Santa Maria, si strada dei Laghi a Revine Lago. Presenti tutti i rappresentanti politici che supportano questa candidatura e sono stati ovviamente invitati anche i cittadini di Revine.

Va delineandosi la situazione anche a Crocetta del Montello dove sono tre i candidati, supportati da altrettante civiche: una di centrosinistra, riconducibile al Pd, e due di centrodestra, una della Lega e una guidata da Diego D'Ambroso (copn Alessandra Menon e Eugenio Mazzoccato) che è sostenuto da Fratelli d'Italia e Noi moderati. Corsa a tre anche a Miane dove si candida anche Moreno Guizzo (con la lista "Miane per te"). Gli sfidanti sono Massimo Stefani, ideatore della Prosecco Cycling, e Angela Colmellere, già sindaca e candidata della Lega. A San Vendemiano si è presentato Michele Seno, segretario di Articolo 1 dal 2017 al 2922: correrà con una lista civica. Infine a Cavaso del Tomba scende in campo Sonia Mondin con la lista "Cavaso Insieme": dirigente d’azienda, 60 anni, sposata con due figli, in passato già assessore al sociale ed attività produttive, impegnata da sempre nel mondo del volontariato e dell’associazionismo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali: a Preganziol passo indietro di Vecchiato, a Roncade si candida Donadel

TrevisoToday è in caricamento