menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Treviso: ecco le proposte di “Tradizione e Innovazione”

“E' essenziale che il futuro Consiglio dell’Ordine si adoperi per valorizzare il ruolo dell'avvocatura in quanto la nostra funzione è ormai percepita in modo distorto non solo dai cittadini e dai mezzi di informazione, ma anche dagli altri operatori della Giustizia"

L'associazionismo forense trevigiano ha unito le forze in vista delle elezioni per il rinnovo del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati, previste per il 23, 24 e 25 gennaio. A.P.F. (Avvocati per le persone e le famiglie) e A.I.G.A. (Associazione Italiana Giovani Avvocati) hanno infatti promosso a livello locale la squadra unita sotto le insegne della lista "Tradizione e Innovazione, per affrontare insieme le nuove sfide, senza dimenticare chi siamo", alla quale partecipano non solo esponenti degli enti promotori, ma anche di altre associazioni di categoria. Dieci sono i componenti del gruppo candidati a questa tornata elettorale interna, ossia gli avvocati: Cristian Cremasco, Sara Fronzoni, Samantha Girardi, Simone Marian, Gabriele Maso, Franco Miotto, Alessandro Romoli, Giovanna Soravia, Marcello Stellin ed Emanuela Vinci.

Con apprezzamento per il lavoro svolto dal Presidente uscente Massimo Sonego, che si ricandida anche quest'anno, la compagine di "Tradizione e Innovazione" si presenta al voto convinta di poter dare nuova linfa al futuro Consiglio, proponendo i seguenti punti programmatici: formazione professionale innovativa, adeguamento dello studio legale, sinergie con il mondo delle professioni, attenzione ai rapporti con l’Autorità Giudiziaria e rilancio del prestigio professionale. “E' essenziale che il futuro Consiglio dell’Ordine si adoperi per valorizzare il ruolo dell'avvocatura” - sostengono i candidati - “in quanto la nostra funzione è ormai percepita in modo distorto non solo dai cittadini e dai mezzi di informazione, ma anche dagli altri operatori della Giustizia. Fondamentale sarà anche stare al passo con la rivoluzione economico-produttiva che sta cambiando il mondo, in ordine alla quale serve una stretta collaborazione sia con l'Università che con le altre figure professionali”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Attualità

    Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

  • Incidenti stradali

    Finisce fuori strada con l'auto, ferito un 29enne

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento