rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Elezioni Conegliano 2012 Conegliano / Piazza Giambattista Cima

Comunali 2012, in 5mila in piazza Cima per Beppe Grillo

Piazza Cima gremita, domenica a Conegliano, per l'intervento di Beppe Grillo, che ha presentato il candidato sindco del Movimento 5 Stelle, Luigi D'Este, alle elezioni del 6 e 7 maggio 2012

Pienone in piazza Cima, ieri, per il Beppe Grillo show. A Conegliano per presentare il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle, Luigi D'Este, il comico genovese ha speso più di una parola sul Governo Monti e presentato la linea del movimento, sotto la pioggia e senza ombrello, con almeno cinquemila persone ad ascoltarlo.

NUMERI - "Nonostante il sistema dei media, e in particolare delle televisioni, sia contro - ha sottolineato Grillo davanti alla folla fradicia - le persone che vengono agli incontri raddoppiano" a ogni tappa fatta dal suo camper. Se a queste si aggiungono "gli 80.000 contatti su Facebook", "moltiplicati per i 50 'amici' che mediamente ogni iscritto ha nel social forum, si arriva a 40 milioni di italiani che seguono il primo movimento di cittadini in ambito nazionale".

GUARDA IL VIDEO!

PROGRAMMA - Numeri considerevoli, ai quali Grillo propone un programma di "pochi punti", perché, spiega "i programmi di 120 pagine sono solo specchietti che nessuno legge". Introduzione della "class action" quale strumento di tutela ordinario dei consumatori, "abolizione delle scatole cinesi in borsa" e divieto di assumere cariche multiple nei board delle società quotate, rendere illegale l'incrocio di ruoli direttivi in società finanziarie e imprenditoriali e un tetto agli stipendi del management delle sigle nel listino di Piazza Affari: questi sono alcuni dei punti elencati dal leader del Movimento 5 Stelle a chi lo accusa di non avere un programma politico.

"RIGOR MONTI" - Ma il momento forte (e anche il più atteso) del comizio è stata l'arringa contro il Governo tecnico. Grillo ha definito il Presidente del Consiglio Mario Monti "un contabile fighetta", interessato solo "alla somma di 1 più 1", mentre "lo stato sociale viene distrutto".

E "i controlli della Guardia di finanza cercano di instillare l'odio sociale", ha aggiunto Grillo, sottolineando che sì, è giusto pagare le tasse, "ma io voglio sapere esattamente a cosa serviranno".

IMU - Non poteva mancare un riferimento a quello che, ormai, è il cruccio più grande degli italiani: l'Imu. "Per cercare di calcolare l'Imu il mio commercialista è stato costretto ad andare in analisi - ha scherzato Beppe Grillo - Al Governo non sanno neanche l'aliquota, perché si riservano di calibrare gli introiti in base all'entità del buco di bilancio".

POLIZIA - E riferendosi agli scontri tra cittadini e Forze dell'ordine, che si sono verificati anche di recente, il leader del Movimento 5 Stelle si è schierato dalla parte della Polizia: "Anche i poliziotti sono cittadini che prendono 1.200 euro al mese e che hanno i coglioni pieni di dover dare bastonate alla gente".

"Non vogliamo cambiare la politica ma la società - ha concluso - anche perché i politici sono morti, e nessuno ha il coraggio di fare come me, di venire in mezzo alla gente senza scorta, preferendo casomai chiudersi nelle sale convegni degli alberghi circondati da agenti in tenuta antisommossa".


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali 2012, in 5mila in piazza Cima per Beppe Grillo

TrevisoToday è in caricamento