rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Elezioni comunali 2013

Ballottaggio 2013, insulti al candidato di Sel Said Chaibi

Secondo il rappresentante delle comunità immigrate a Treviso, Abdallah Khezraji, gli attacchi della Lega Nord al 22enne, nato in Italia da genitori marocchini, sono "solo un tentativo disperato di riguadagnare consensi persi"

Più si avvicina il nuovo appuntamento con le urne, domenica 9 e lunedì 10 giugno, è più salgono i toni della campagna elettorale trevigiana. E non mancano le polemiche.

Hanno destato l'indignazione del centro-sinistra, negli ultimi giorni, gli attacchi della parte leghista nei confronti del candidato consigliere comunale di Sel Said Chaibi.

Il 22enne, nato in Italia da genitori marocchini, ha attirato l'attenzione del Carroccio, in particolare, per aver riportato alla ribalta il tema della tolleranza religiosa e l'ipotesi di apertura di luoghi di culto islamici in città.

Per questo è stato destinatario di offese tramite i social network e volantini, con fotomontaggi che lo associano all'assuzione di droghe.

Secondo Abdallah Khezraji, rappresentante delle comunità immigrate e vice presidente della consulta regionale per l'immigrazione, si tratta di "un tentativo disperato della Lega di riguadagnare consensi irrimediabilmente persi".

"Said Chaibi - prosegue Khezraji - viene preso di mira e insultato sia perché è di origine marocchina sia per quanto ha detto. Ma Said è nato, cresciuto in Italia e qui ha studiato e soprattutto è un cittadino italiano che gode del diritto, sancito dalla Costituzione, di esprimere liberamente il proprio pensiero e di partecipare alla vita politica".

"Nel primo turno - aggiunge - ha ottenuto il doppio delle preferenze del sindaco uscente, Gian Paolo Gobbo".

Khezraji, che qualche mese fa ricevette la cittadinanza italiana proprio da parte di Giancarlo Gentilini, in qualità di vice-sindaco, ricorda come proprio quest'ultimo, rivolgendosi ai suoi due figli minorenni, avesse raccomandato loro di "studiare bene in modo da poter diventare un giorno sindaco".

"Questa frase - conclude Khezraji - stride non poco con il trattamento che sta subendo Chaibi, un cittadino italiano, trevigiano, di origine marocchina come me".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ballottaggio 2013, insulti al candidato di Sel Said Chaibi

TrevisoToday è in caricamento