rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Elezioni comunali 2013

Comunali 2013, a Treviso è la guerra dei manifesti elettorali

Il Movimento 5 Stelle di Treviso denuncia la mancanza di rispetto nell'affissione dei manifesti elettorali negli spazi pubblici: "Nella notte ci sono personaggi che girano a coprire i manifesti altrui"

Dopo la polemica della sinistra trevigiana per il monopolio delle fermate degli autobus da parte delle liste di Gentilini, un'altra forza in campo alle amministrative del 26-27 maggio denuncia irregolarità nella campagna elettorale trevigiana.

Si tratta del Movimento 5 Stelle che, attraverso il suo candidato sindaco Alessandro Gnocchi, porta all'attenzione "la totale assenza di rispetto verso l'impegno di candidati e attivisti M5S nell'affiggere i manifesti elettorali".

“Nell'ultimo mese di campagna elettorale - spiega Gnocchi in una nota - vengono messi a disposizione spazi pubblici per l'affissione di manifesti elettorali che permettano agli elettori di conoscere quali forze si contendono il voto e, quindi, la fiducia dei cittadini. Tra queste forze il Movimento 5 Stelle si distingue per il fatto che i nostri candidati in consiglio comunale, compreso il sottoscritto - sottolinea il candidato - e i nostri attivisti vanno in giro per la città in prima persona, armati di colla, rullo, pennellessa, ad affiggere i manifesti, rispettando rigorosamente gli spazi assegnati".

“Ebbene da diversi giorni, nella notte - denuncia Gnocchi - ci sono personaggi che girano a coprire i manifesti altrui, Questi rappresentanti della legge del più forte, con il loro comportamento, dimostrano di disprezzare i cittadini, sicuramente di diversa opinione rispetto alla loro, ma non per questo di serie B".

"Riteniamo che questa condotta illegale ed in spregio alle più elementari regole democratiche - conclude il portavoce del M5S di Treviso - sia il segnale di quanto poco rispetto la politica tradizionale abbia verso cittadini comuni che si impegnano in prima persona, sottraendo tempo ed energie alla propria famiglia, al riposo e, talvolta anche al lavoro”.

 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali 2013, a Treviso è la guerra dei manifesti elettorali

TrevisoToday è in caricamento