A Conegliano, per il candidato sindaco Chies, c'è anche l'ex Fiamma Tricolore Sperandio

Quarantenne commerciante e padre di famiglia, punta a diventare consigliere con la Lega Nord. Tra i suoi temi cari ci sono la sicurezza, il decoro e le politiche sociali

CONEGLIANO Nella lista dei candidati consiglieri della Lega Nord a Conegliano, per l'elezione a sindaco di Fabio Chies, ci sarà anche il 40enne Stefano Sperandio, commerciante e padre di due figli, volto noto della destra coneglianese per anni dirigente regionale, provinciale e segretario cittadino del Movimento Sociale Fiamma Tricolore. "Molte persone che mi conoscono e sanno della mia storia politica mi chiedono come mai mi sia candidato nella lista della Lega Nord. La risposta è semplice: a livello nazionale, tra i maggiori partiti, è quello che più rispetta le mie idee e i miei valori, ossia sicurezza, giustizia, immigrazione, economia e lavoro. Sicuramente c’è da lavorare in ambito delle politiche sociali, ma sono fiducioso".

"A livello amministrativo, e in città medio piccole come Conegliano, al di là del simbolo, comunque sempre importante, hanno poi molto valore le persone. Tanto che, una volta sciolto il nodo del candidato sindaco, mi ha fatto molto piacere vedere che nella nostra lista, ed è l’unica della coalizione, non è presente nessuno della precedente amministrazione ne della maggioranza ne dell’opposizione, malgrado l’ottimo lavoro svolto dall’unico consigliere leghista, il sig. Zava, che ha però deciso di non ricandidarsi. Molti volti nuovi quindi e anche molti giovani fanno ben sperare in un cambiamento positivo e propositivo. Personalmente, se sarò eletto in consiglio comunale, porterò avanti temi a me cari come la sicurezza, il decoro e le politiche sociali, per le famiglie italiane in primis, e mi farò garante per la trasparenza dell’amministrazione a vantaggio di un bene comune e non per l’interesse di singoli. Con la collaborazione attiva delle varie associazioni svilupperò poi vari progetti per la città con un occhio di riguardo alle fasce più deboli e ai giovani. Invito quindi tutti i miei concittadini ad andare a votare e ad esprimere la loro preferenza per un candidato consigliere: se il candidato sindaco lo scelgono le forze politiche, i consiglieri comunali, il vero nervo di un’amministrazione, li scegliamo infatti noi cittadini“.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento