Domenica, 19 Settembre 2021
Politica

Emergenza sfratti, il PD: "Il Comune metta a disposizione alloggi di proprietà"

Il consigliere comunale Liana Manfio: "Purtroppo, in questo periodo la nostra città sta assistendo a ristrutturazioni di lusso che si rivolgono a realtà con un alto livello di reddito e non sono certo accessibili ai giovani"

Liana Manfio

Riportiamo l’attenzione sul tema dell’emergenza sfratti che si sta verificando nella nostra città. Per farlo riprendiamo le parole della comunicazione che la Consigliera Liana Manfio ha pronunciato durante la seduta del Consiglio Comunale del 30 giugno scorso: “Come tutti sappiamo la situazione degli sfratti nel nostro comune – esordisce Liana Manfio - è peggiorata soprattutto in questo periodo: molte famiglie non sono state in grado di pagare le spese condominiali, altre nemmeno l'affitto, altre ancora si sono trovate, dopo aver acquistato un’abitazione, impossibilitate a sostenere le spese del mutuo. Questa situazione ha causato un drammatico aumento del numero degli sfratti e la previsione per i prossimi mesi appare ancora più drammatica; tanto che se ne stanno occupando i sindacati confederali e pure i sindacati degli inquilini che denunciano l'insufficienza delle risorse stanziate. Si teme 'un vero e proprio dramma sociale' se i vari soggetti, fra cui l'ANCI e le Amministrazioni locali, non adotteranno tempestivi provvedimenti".

“È necessario, a mio avviso – continua la Consigliera - un consistente intervento per rendere a norma ogni alloggio disponibile di proprietà comunale e sollecitare gli enti pubblici che possano mettere a disposizione alloggi di loro proprietà. Inoltre, si può facilmente rilevare, solo passeggiando nei quartieri, come vi siano moltissimi appartamenti sfitti di proprietà di privati. E se, anziché pensare a nuove edificazioni, l'amministrazione prevedesse di acquisire abitazioni già esistenti? Magari mettendole a disposizione di giovani coppie e calmierando così l'offerta. Purtroppo, in questo periodo la nostra città sta assistendo a ristrutturazioni di lusso, che si rivolgono a realtà con un alto livello di reddito e non sono certo accessibili ai giovani. Sarebbe inoltre davvero fondamentale che l'Amministrazione, in collaborazione con altri soggetti pubblici e privati, potesse creare un “fondo di garanzia” in modo da permettere anche a chi non può concorrere ai bandi per gli alloggi ERP perché non abbastanza povero, di accedere agli affitti privati. Un fondo di garanzia potrebbe aiutare in queste situazioni ad uscire dalla crisi che a volte è solo temporanea".

Nell’esperienza amministrativa precedente, nella quale il PD era forza di maggioranza, ricorda Manfio: “Eravamo giunti, in collaborazione con Caritas, UPPI, Sicet e Sunia, a costituire un fondo denominato “affitti sociali” per sostenere, a fondo perduto, famiglie in difficoltà con gli affitti, sostenendo anche, nel contempo, i proprietari. Siccome le cose non sono certo cambiate in meglio, sarebbe alquanto opportuno che questa iniziativa fosse ripresa. Facciamo presente, inoltre, che nella variante parziale n. 5 al Piano degli Interventi, la modifica all’art. 44 c. 3.5 bis fa cadere l’obbligo di riservare una quota del piano stesso per Edilizia Residenziale Pubblica o convenzionata che era stata inserita per interventi di grossa portata. Riteniamo, dunque, che Comune, ANCI ed altri Enti Pubblici Locali debbano intervenire facendo squadra per risolvere questa situazione difficile prima che diventi un’emergenza sociale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza sfratti, il PD: "Il Comune metta a disposizione alloggi di proprietà"

TrevisoToday è in caricamento