rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Politica

Emergenza sfratti nel trevigiano: «La questione abitativa deve essere una priorità»

Il consigliere regionale Andrea Zanoni: «Bisogna investire sul patrimonio dell'Ater»

“La questione abitativa deve diventare una priorità per la Giunta Zaia: anni di paralisi hanno aggravato il problema, con migliaia di famiglie in cerca di un alloggio e altrettante case popolari sfitte per assenza di manutenzione. Ci fosse stata la stessa attenzione dedicata ad esempio al settore vitivinicolo, con finanziamenti per 480 milioni in un decennio, non ci troveremmo in questa situazione”. È quanto afferma il consigliere del Partito Democratico Veneto Andrea Zanoni, commentando i dati diffusi dalla Cisl Sicet Treviso-Belluno.

“Nella Marca ci sono 700 famiglie a rischio sfratto causa morosità: la pandemia ha provocato un terremoto dal punto di vista occupazionale e pagare l’affitto per molti è diventato un problema; se aggiungiamo il caro bollette e un’inflazione record il quadro è completo. Porteremo la questione in Quarta commissione, perché la situazione è fuori controllo. Queste persone non possono essere lasciate sole: il diritto all’abitazione è richiamato anche dalla nostra Costituzione. Le istituzioni hanno il dovere di intervenire, per fortuna ci sono i finanziamenti statali alle Ater, ma non bastano. Solo in provincia di Treviso gli alloggi Erp sfitti sono un migliaio, in attesa di ristrutturazione o manutenzione. Anziché recuperarli, troppo spesso le Ater sono costrette ad alienarli per mancanza di risorse, proprio quando aumenta la richiesta. Le nostre proposte su fondi straordinari per rendere finalmente disponibile un numero consistente di alloggi sono state regolarmente bocciate. Nell’ultimo Defr c’è stata un’apertura, con l’approvazione di un nostro emendamento per un Piano pluriennale di edilizia pubblica. Vedremo se sarà soltanto l’ennesima dichiarazione di intenti, ma nel frattempo servono anche soluzioni immediate, non possiamo permettere che decine di persone finiscano a dormire sotto un ponte”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza sfratti nel trevigiano: «La questione abitativa deve essere una priorità»

TrevisoToday è in caricamento