rotate-mobile
Politica Farra di Soligo

Comunali 2024, Perencin si ricandida a sindaco: «Farra è il paese che amo»

Il primo cittadino uscente, dopo cinque anni di mandato, si presenterà alle prossime elezioni sostenuto dalla lista civica: "Farra Viva - Mattia Perencin sindaco". La lettera: «Il mio focus saranno i cittadini, ancora molte opere da portare a termine»

Alle elezioni amministrative dell’8 e 9 giugno, Mattia Perencin ha deciso di ricandidarsi a sindaco di Farra di Soligo con la lista civica "Farra Viva - Mattia Perencin Sindaco", la stessa che l'aveva sostenuto durante i primi cinque anni di mandato amministrativo.

In una lettera scritta ai concittadini, Perencin spiega: «Farra di Soligo è il Paese che amo, frequento e che mi ha visto crescere, dove ho coltivato in questi anni legami forti con le persone, le associazioni, le attività commerciali e le aziende. Gli ultimi cinque anni sono stati complessi e ricchi di sfide affrontate con coraggio, determinazione e preparazione: una fra tutte, la chiusura dopo decenni del contenzioso Pip che aveva di fatto paralizzato l’attività amministrativa. Il focus del nostro impegno sono stati e saranno i cittadini, i loro bisogni, le loro esigenze, la loro sicurezza e la salute.

Il bilancio

Perencin ha poi elencato alcune delle principali attività realizzate durante il primo mandato: In questi anni ci siamo impegnati intercettando e investendo fondi per 9 milioni e 900mila euro, che abbiamo impegnato nella riqualificazione e realizzazione di infrastrutture: nuovi marciapiedi, piste ciclopedonali, illuminazione pubblica a led e ammodernamento delle linee di acquedotto e fognatura. Siamo inoltre intervenuti con capillarità nelle scuole, che per noi sono sempre state una priorità: basti pensare agli importanti investimenti fatti in questi anni nei vari plessi scolastici e soprattutto all’avvio dei lavori di realizzazione della nuova scuola primaria di Col San Martino. Importanti investimenti anche nella pianificazione urbanistica e nel turismo, nello sport, nell’ambiente, nonché interventi e iniziative a sostegno dell’agricoltura, dei giovani. Particolare attenzione è stata dedicata al settore del sociale e della salute, come dimostrano la recente posa della prima pietra della “Casa del Paziente”, il mantenimento del centro prelievi presso l’ex ospedale di Soligo e la realizzazione degli ambulatori per i medici di base. Abbiamo sostenuto iniziative volte a valorizzare l’immenso patrimonio paesaggistico e culturale che ci circonda, organizzando e patrocinando importanti manifestazioni sia in ambito culturale che sportivo, con moltissime rassegne per grandi e piccini. Abbiamo investito nella sicurezza dei cittadini, con importanti investimenti nella videosorveglianza e contribuendo fattivamente al recente acquisto da parte del Demanio della Caserma dei Carabinieri di Col San Martino, nella cui trattativa il Comune di Farra di Soligo ha avuto un ruolo fondamentale affinché il presidio rimanesse nel territorio comunale». 

Nuovi obiettivi

«Io e la mia squadra siamo consapevoli che molto si può ancora fare per Farra di Soligo e che ci attendono all’orizzonte nuove e ambiziose sfide. Mi ricandido dunque al secondo mandato da sindaco perché ci sono importanti opere pubbliche da portare a termine e progetti che vorrei portare alla Vostra attenzione rivolti alla valorizzazione di tutte le potenzialità del nostro Comune: nella convinzione che Farra di Soligo potrà acquisire un ruolo sempre più importante e centrale per tutto il Quartier del Piave» chiude Perencin. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali 2024, Perencin si ricandida a sindaco: «Farra è il paese che amo»

TrevisoToday è in caricamento