menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fedez blasfemo, Damiano attacca: «Penso che abbia bisogno di un esorcista»

Lorenzo Damiano leader e fondatore dei Pescatori di Pace, promotore europeo delle giacche bianche, attacca: «Un conto è non credere, un conto è accanirsi e prendere in giro le persone: prima la linea di abbigliamento blasfemo, poi questo. Che tristezza infinita»

Non è passata inosservata la foto postata dal cantante Fedez sui social in cui indossa una croce blasfema con Topolino crocifisso. Lorenzo Damiano leader e fondatore dei Pescatori di Pace, già candidato con il Popolo della Famiglia, ed ora promotore del movimento soprannominato delle “Giacche Bianche”, vicino ai francesi gilet gialli, attacca il cantante: «Sono rimasto senza parole dopo aver visto quella foto. Una mancanza di rispetto totale, un segno di pochezza inaudita. Un conto è non credere, un conto è accanirsi e prendere in giro le persone: prima la linea di abbigliamento blasfemo, poi questo. Che tristezza infinita».

«Spiritualmente disturbati»

Damiano, poi, precisa: «Credo che ragazzi come J-Ax, Sfera Ebbasta e Fedez siano disturbati. Probabilmente necessitano di un cammino che parta anche da un dialogo profondo con una guida speciale, magari un esorcista, sperando che la Chiesa ne abbia ancora a sufficienza, che tolga loro qualsiasi disturbo spirituale. Ritengo infine che sia indispensabile un cambiamento che, come giacche bianche, vogliamo portare avanti: la rivoluzione e la legalità non restino appannaggio dei francesi ma si diffondano in tutta Europa. E’ giunto il momento che l’Europa e il popolo diventino sovrani, ritornando ad una cultura di dignità popolare e non leadership di pochi che comandano le finanze e le politiche controllando i settori sociali a 360 gradi e imponendoci quello che dobbiamo mangiare, quello che dobbiamo ascoltare, quello che dobbiamo vedere e come dobbiamo pensare. Avendo perso Cristo nella nostra vita abbiamo perso tutta la cultura letteraria, architettonica, musicale e artistica in genere che aveva fatto grande la nostra Italia e l’Europa Intera. Senza Gesù non c’è futuro. Le nuove generazioni riscoprano il bello e si guardino bene da chi li conduce nell’abisso. La musica viene dal cuore, lo Spirito Santo alimenta l’amore e il cuore. Vorrei dire a Fedez: per avere attenzione non occorre obbedire a satana che è impostore per antonomasia».

«Bisogno di Verità»

Gloria Callarelli, nel direttivo dei Pescatori di Pace ed ex candidata anche lei per il Popolo della Famiglia, chiude: «Penso che questo suo accanimento contro Gesù Cristo e contro la fede in realtà nasconda un profondo bisogno di verità con la “V” maiuscola e la paura di trovarla che implica un doveroso cambiamento. Pregheremo per lui affinchè come ragazzo e come padre trovi un po’ di pace e gioia».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento