Fibra ottica, Zanin risponde alle polemiche: «Si lavora per il bene di San Fior»

L'assessore comunale interviene sulla questione della realizzazione di una rete fibra a banda ultra-larga mediante tecnologia Ftth. Botta e risposta con l'opposizione

In foto: Diego Zanin

«Le polemiche su chi ha fatto le opere o chi le ha portate a termine non hanno senso. Dobbiamo lavorare tutti, per tutti i cittadini. Si deve puntare al bene della comunità». 

Con queste parole l’assessore Diego Zanin, ha risposto alle prese di posizione della minoranza consigliare sulla costituzione del diritto di superficie a favore della ditta Open Fiber, per la realizzazione a San Fior della rete fibra a banda ultra-larga mediante tecnologia Ftth (Fiber to the Home). La banda ultra larga, aveva comunicato il consigliere di minoranza Alberto Tonon, è nata anche grazie all’operato della passata amministrazione Martorel. «Se facciamo polemica, subito dopo l’avvio dell’iter necessario per lo sviluppo della banda ultra-larga stiamo sprecando tempo – dice oggi Diego Zanin, assessore ai lavori pubblici del comune di San Fior - È indispensabile trovare contributi, individuare aziende pronte ad investire nel territorio per portare più servizi. I risultati poi li vedranno i cittadini e saranno loro, con senso critico, a capire se noi e le passate amministrazioni hanno fatto bene o no».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una presa di posizione dura quella di Zanin che non dimentica le opere progettate anni fa e in via di chiusura. Basti pensare per esempio all’adeguamento ed efficientamento energetico del municipio e alla nuova rotatoria di San Fior di Sotto. «Se dobbiamo fare guerra sulle opere pubbliche abbiamo sbagliato in partenza - dice Zanin - Andremo avanti con i progetti avviati precedentemente, sui quali crediamo anche noi e lo faremo per il bene della comunità; poi se volete gli applausi ve li faremo. Nel frattempo -continua Zanin- sono arrivati pure 50.000 euro di fondi del Miur per l’adeguamento e la prevenzione antincendio della scuola media Sebastiano Barozzi del capoluogo. L’obiettivo è spronare gli enti, andare avanti senza perdere tempo, per trovare soluzioni. Sono le soluzioni che contano, non le polemiche o le puntualizzazioni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: allarme arancione in Veneto, Zaia temporeggia sull'ordinanza

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Nuovo Dpcm, Conte ha firmato: ecco che cosa cambia da lunedì

  • Pranzo tra amici si trasforma in un focolaio Covid: trovati quindici positivi

  • Covid, Zaia: «In arrivo nuova ordinanza per limitare gli assembramenti»

  • Focolaio Covid a La Madonnina di Treviso: trovate 9 persone positive

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento