Politica

Abbandono dei gattini, interrogazione del consigliere regionale Zanoni

“La legge quadro in materia di animali di affezione, assegna alle Regioni il compito di adottare un programma di prevenzione al randagismo, in collaborazione con associazioni animaliste e venatorie"

TREVISO “Cosa sta facendo la Regione per applicare le norme relative alle colonie feline, anche per contrastare il fenomeno del randagismo?” A chiederlo, con un’interrogazione a risposta scritta, è Andrea Zanoni, consigliere del Partito Democratico. “La legge quadro in materia di animali di affezione, la 281/91, assegna alle Regioni il compito di adottare un programma di prevenzione al randagismo, in collaborazione con associazioni animaliste e venatorie. Ma al momento sembra il libro dei sogni. Mi sono infatti arrivate diverse segnalazioni su mancati interventi di sterilizzazione di gatti sia appartenenti a colonie feline registrate, che di singoli randagi - spiega il vicepresidente della commissione Ambiente - Per esempio un avvocato di Padova ha scritto all’Ulss 6 Euganea, per conto della locale sezione dell’Enpa (Ente nazionale protezione animali) sottolineando come la situazione sia degenerata e stigmatizzando l’inadempienza dell’Azienda socio-sanitaria, ‘in quest'ultimo periodo sono nati centinaia di gattini destinati per la maggior parte ad ammalarsi con conseguenti costi per le volontarie che, se possibile li accudiranno, oppure a perire di stenti.

E per domani l’Enpa di Treviso ha già annunciato che depositerà in Tribunale 131 denunce per l’abbandono, da parte di ignoti, di oltre 300 gatti appena nati. La gestione della popolazione felina in Veneto appare fuori controllo, le associazioni e i volontari non hanno le risorse economiche per mantenere, assistere e sterilizzare tutti gli esemplari che vivono in libertà o nelle colonie feline e in ogni caso non possono sostituire gli enti competenti. Anche associazioni come Oipa Italia o altre minori che operano nel territorio, per esempio, Gatti vagabondi e Mici felici stanno gestendo con sempre maggior difficoltà ed impegno di risorse quella che i numeri dicono essere ormai una emergenza. Oipa Italia - Sezione di Treviso segnala di gestire attualmente circa 120 gattini abbandonati nella sola primavera 2017. Esistono, comunque, delle disposizioni chiare del ministero della Salute, secondo cui ‘deve essere rispettato il principio fondamentale che prevede la tutela ed il controllo delle nascite di tutti i gatti liberi non riconducibili ad un proprietario’ da parte delle Regioni, a cui lo stesso ministero, rispondendo al un quesito della Lav (Lega Antivivisezione), ha reso noto di aver chiesto informazioni per conoscere l’effettiva applicazione della normativa”. Una richiesta ribadita dallo stesso Zanoni nell’interrogazione: “Vogliamo sapere se le informazioni sulla gestione delle colonie feline siano state realmente trasmesse, quante sterilizzazioni sono state fatte in Veneto e da ciascuna Ulss nel 2015 e nel 2016, come intende agire la Regione nei confronti della Ulss inadempienti e quali azioni farà per aumentare le sterilizzazioni”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbandono dei gattini, interrogazione del consigliere regionale Zanoni

TrevisoToday è in caricamento