rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Politica Zero Branco

Impianto Mestrinaro: il governatore Zaia scrive al Pd di Zero Branco

Lettera aperta del presidente del Veneto Luca Zaia al Partito Democratico di Zero Branco in merito alla questione dell'impianto Mestrinaro

Il governatore del Veneto, Luca Zaia, ha scritto una lettera aperta al Pd di Zero Branco, che ha organizzato per sabato un incontro pubblico sulla questione dell’impianto Mestrinaro. Nella missiva Zaia, che non parteciperà all'incontro, difende l’operato dell’amministrazione regionale e ripercorre l’iter dell’istruttoria.

“Ho già avuto modo di ricordarvi – si legge nella lettera – che la mia partecipazione ad incontri promossi da partiti o comitati che abbiano come oggetto procedimenti ancora a livello istruttorio sarebbe sempre e comunque fuori luogo. Mi sembra inutile spiegare le ragioni di una prassi istituzionale che deve rimanere sempre rispettosa nei confronti delle strutture che stanno lavorando e che ha il dovere di non dare neanche l’impressione di voler interferire su istruttorie in corso”.

Zaia sottolinea, tuttavia, la propria volontà di “dare un contributo a proposito del metodo con cui stiamo lavorando.”

“E' tutt’ora in corso”, scrive Zaia a proposito dell'iter dell'istruttoria riguardante l'impianto e chiarisce che allo stato delle cose “una norma di legge ha
imposto alla Regione di riavviare l’istruttoria sulla base delle richieste presentate dalla ditta”.

“Non trovo corretto, ma puro espediente demagogico – puntualizza Zaia – far credere ai cittadini che un amministratore, in questo caso il Presidente della Regione, abbia il potere di dare un assenso o di negare un’autorizzazione. Soltanto se l’esito della procedura di valutazione di impatto ambientale risulterà favorevole, la Regione potrà considerare e consentire l’eventuale provvisoria estensione dell’utilizzo dell’impianto per la parte di nuova realizzazione”.

Nella lettera al Pd di Zero Branco il presidente veneto ricorda inoltre che “le funzioni di indirizzo politico-amministrativo e quelle di gestione devono essere distinte. Dunque, se la gestione, come in questo caso, è affidata a funzionari tecnici, la giunta regionale non potrà far altro che prendere atto delle loro valutazioni, qualunque esse siano”.

Zaia promette poi che verificherà “il corretto svolgimento della procedura e l’adeguato riesame delle nuove istanze presentate dalla ditta Mestrinaro,
considerando gli interessi di tutti gli attori in gioco e di quanto imposto dalla sentenza del Consiglio di Stato”.

Concludendo, il Zaia si augura “di essere riuscito a spiegare le buone ragioni che sono alla base del patto che ho stipulato con i cittadini e che intendo garantire nel pieno rispetto delle leggi. Questo, e non altro, è la democrazia”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impianto Mestrinaro: il governatore Zaia scrive al Pd di Zero Branco

TrevisoToday è in caricamento