rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Politica San Liberale / Via Giovanni Verga

Ancora incidenti sul Put, interviene Rocco:"Non si può continuare così"

Ennesimo incidente martedì all’altezza dell’attraversamento di via Verga: "Togliere il passaggio pedonale o aggiungere un semaforo"

TREVISO Martedì all’ora di pranzo si è verificato l'ennesimo importante tamponamento tra auto sul Put, all’altezza dell’attraversamento pedonale di via Verga. Nicolò Rocco, consigliere comunale del Partito Democratico trevigiano, aveva già espresso formalmente in due occasioni a Giunta e uffici comunali la preoccupazione per l'area, proponendo due soluzioni.

«L’attraversamento di via Verga all’altezza della curva dell’asilo Bricito» - spiega il consigliere Rocco - «è purtroppo costante teatro di incidenti e situazioni pericolosissime. Si tratta di un attraversamento in assenza di semaforo, uno dei pochi rimasti lungo il Put, in un tratto a due corsie estremamente trafficato a ridosso di una curva. La situazione non può rimanere così e l’ho fatto presente formalmente da tempo a tutti gli uffici comunali che si occupano di mobilità. Le soluzioni possibili sono due. O aggiungere un semaforo pedonale a chiamata o cancellare l’attraversamento, portando i pedoni ad attraversare il Put al semaforo di viale Monfenera, che da via Verga dista quaranta metri. Capisco i dubbi sull’installazione di un nuovo semaforo, non ne vedo invece di fondati sullo spostarsi di cento passi, che fra l’altro vanno comunque nella direzione di marcia di chi vuole entrare dentro le mura e soprattutto garantirebbero la sicurezza del pedone».

Rocco non ha dubbi: «Gli incidenti in questo tratto devono finire, è una situazione che l’amministrazione non può sopportare a lungo e continuerò a battermi per risolverla. Chiederò agli uffici comunali a che punto sono con le analisi sulle proposte che ho fatto». Un'altra situazione pericolosa del quadrante è l’uscita delle macchine da via Verga sul Put, veicoli che interrompono la pista ciclabile che costeggia l’asilo Bricito. A causa delle mura che circondano il giardino dell’asilo la visibilità e inesistente. «Proprio in quel tratto il muretto è coperto da reti perché in attesa di restauro. Sarebbe fondamentale» -propone il consigliere del Partito Democratico- «sottoscrivere un accordo pubblico-privato fra amministrazione e proprietà dell’asilo per arretrare di qualche metro la recinzione a aumentare la visibilità». 

nicolò rocco-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora incidenti sul Put, interviene Rocco:"Non si può continuare così"

TrevisoToday è in caricamento