menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Indipendenza del Veneto, iniziativa per promuovere un referendum

Il progetto prevede di sottoporre all’esame dei Consigli Comunali del Veneto una delibera che impegna le assemblee “a promuovere e tutelare il diritto dei cittadini alla manifestazione del proprio pensiero, invitando la Giunta e il Consiglio Regionale a dare attuazione alla consultazione referendaria

VENEZIA AMI-Veneto è il titolo dell’iniziativa che Prima il Veneto e Indipendenza Veneta avvieranno nei prossimi giorni per promuovere e sostenere la consultazione referendaria prevista dalla legge regionale 16/2014. L’iniziativa, che coinvolgerà le Municipalità venete nella costituenda “Assemblea delle Municipalità venete in favore del diritto di voto sul quesito dell’Indipendenza del Veneto (AMI-Veneto), è stata presentata venerdì a Palazzo Ferro Fini dal consigliere regionale Giovanni Furlanetto, rappresentante di Prima il Veneto e da Alessio Morosin di Indipendenza Veneta, presenti anche Cesare Busetto e PierAngelo Del Zotto.

Il progetto prevede di sottoporre all’esame dei Consigli Comunali del Veneto una delibera che impegna le assemblee “a promuovere e tutelare concretamente il diritto dei cittadini alla libera manifestazione del proprio pensiero, invitando la Giunta e il Consiglio Regionale a dare urgentemente attuazione alla consultazione referendaria; di autorizzare e delegare il Sindaco a mettere a disposizione della Regione del Veneto gli opportuni spazi di proprietà o nella disponibilità dell’Amministrazione comunale, nonché di comandare il personale dipendente all’espletamento dello svolgimento della consultazione referendaria; di autorizzare e di delegare il Sindaco di partecipare o aderire, a nome dell’Amministrazione comunale, alla costituenda “Assemblea delle Municipalità”, che si porrà come interlocutrice/sollecitatrice della Regione per l’azione logistica e organizzativa delle Municipalità aderenti all’iniziativa”.

“Come Prima il Veneto, insieme a Indipendenza Veneta e a tutti i gruppi che condividano nel loro programma l’indipendenza del Veneto, - ha dichiarato Furlanetto – siamo pronti a presentarci alle prossime regionali e a vincerle. Lo spartiacque ormai è tra l’indipendenza o l’andare avanti così, aggregati ad un sistema italico che ci porterà veramente alla rovina. Il potere centrale – ha poi ribadito – sta svuotando le Regioni di tutte le competenze e a questo punto non possiamo più aspettare”. “Oggi – ha detto Morosin – parte un’iniziativa straordinaria di Indipendenza Veneta con l’obiettivo di dare attuazione alla Legge 16 o comunque, nel caso dovesse essere bocciata dalla Consulta il prossimo 28 aprile, perché venga riproposta da subito nella prossima legislatura. Infatti, il primo punto che metteremo nel nostro programma elettorale è quello che nella prima seduta del prossimo Consiglio regionale al primo punto ci sia proprio la questione referendaria. Abbiamo un unico obiettivo, l’indipendenza e non ci faremo distrarre da altre questioni, un tema che non è stato attuato in questa fase finale di legislatura e che quindi dovrà essere attuato nella prossima. Oggi finalmente risulta chiaramente chi è per l’indipendenza e chi per l’autonomia, quest’ultimi però – ha concluso Morosin – non si rendono conto di essere fuori dal tempo e lontani dalla volontà della gente”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento