menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni a Istrana, scende in campo Maria Grazia Gasparini

E' la candidata scelta dall'amministrazione uscente: 43 anni, sposata e madre di un figlio, è l'attuale assessore alla cultura e alle politiche giovanili

ISTRANA  E' Maria Grazia Gasparini, 43 anni, sposata con un figlio, attuale assessore alla cultura e alle politiche giovanili uscente, il candidato sindaco per le amministrative ad Istrana del giugno prossimo. La decisione è stata presa di concerto dai gruppi “Istrana Libera” (amministrazione uscente), “Progetto Vispo” e “Lega Nord Istrana” che hanno dato vita a “Alleanza per Istrana”. La lista sarà composta da persone della società civile, alcune anche facenti parte di partiti politici, vicine ad un area politica di forze moderate di centro/centrodestra, in cui si integrano, in un connubio d’intenti, la continuità dell’attività amministrativa e il rinnovamento con le idee dei giovani, impegnati nelle realtà associative.

"Questa coalizione -si legge in un comunicato- sta lavorando da tempo per proporre un programma amministrativo credibile, semplice ma ambizioso, con progettualità che tengano conto dell’interesse primario del cittadino, dialogando congiuntamente con la società civile e le forze politiche, per avere un confronto sano e trasparente sui progetti concreti da realizzare di interesse generale".

“Dal territorio -spiega il candidato sindaco-  è scaturita la convergenza dei rappresentanti dei gruppi e delle forze moderate di centro/centrodestra, a coalizzarsi per affrontare insieme le grandi sfide che ci aspettano e nel contempo dare risposte alle esigenze del quotidiano dei cittadini di Istrana, mettendo in campo una lista che si connota per un efficace equilibrio tra esperienza e rinnovamento. Da un lato la continuità con l’Amministrazione uscente è garanzia di concretezza che nasce dalla conoscenza dell’attività amministrativa e dalla “messa in cantiere” di importanti opere da portare a realizzazione, dall’altro il necessario rinnovamento, con il fattivo coinvolgimento di giovani - che sono inseriti nella realtà locale in ambiti professionali ed associativi – interpreti di idee nuove e costruttive e portatori di un sano entusiasmo. Una unione di intenti che si esprime sia nei grandi progetti che nell’agire di tutti i giorni, per migliorare la qualità dei servizi alle famiglie. A questo scopo, sono stati creati dei “gruppi diffusi” nel capoluogo e nelle frazioni come “antenne” cui i cittadini possono fare riferimento sul territorio, nell’ottica di favorire, nelle scelte e nelle offerte proposte, una condivisione e partecipazione attiva di tutti.”“Il nostro programma elettorale sarà improntato sia sui temi fondamentali che la popolazione sente maggiormente: lavoro, sicurezza, welfare ma anche sulle grandi opere di cui necessita il nostro comune (nuove scuole medie, completamento percorsi ciclabili ecc..),sulla valorizzazione turistica del Museo di Villa Lattes e del tessuto produttivo locale e il sostegno alle realtà educative ed associative ecc…”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento