Politica

Permessi premio al killer di Iole Tassitani: «Inaccettabile»

Silvia Rizzotto, presidente della Seconda commissione consiliare in Regione, lancia un appello al Ministro della Giustizia affinché non conceda nessun permesso a Michele Fusaro

Michele Fusaro

«Non è accettabile che in Italia chi ha ucciso e fatto a pezzi una donna innocente, dopo solo 13 anni di galera, possa usufruire di permessi premio. Scriverò al Ministro per evitare che Iole venga assassinata una seconda volta: lo dobbiamo alla famiglia e alla nostra comunità».

Silvia Rizzotto, consigliere in Giunta regionale, commenta con queste parole la concessione fatta al killer di Iole Tassitani che potrà usufruire di speciali permessi premio. «Sono tredici anni per il calendario, ma chi vive nella zona di Castelfranco Veneto non potrà mai dimenticare il Natale del 2007. Quello che Fusaro ha fatto alla povera Iole è umanamente incomprensibile, inaccettabile. La Giustizia non può chinarsi di fronte alla possibilità che questo assassino, reo confesso, possa mettere piede fuori dal carcere, nelle nostre città, nelle nostre piazze. Scriverò al Ministro della Giustizia, Marta Cartabia, nella speranza che una donna come lei possa intervenire per scongiurare l’ennesimo scempio italiano» conclude Rizzotto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Permessi premio al killer di Iole Tassitani: «Inaccettabile»

TrevisoToday è in caricamento