Disabilty manager, l'assessore Lanzarin risponde al PD Trevigiano

L'assessore regionale al sociale Manuela Lanzarin: "Non vi è stato alcun taglio alle risorse disponibili per la non autosufficienza"

TREVISO "Intervengo nel recente dibattito che vede contrapporsi il PD a Mario Conte, candidato del centro destra a Sindaco di Treviso. La sua proposta di introdurre a Treviso la figura del disability manager è in linea con le più recenti disposizioni normative - afferma l'assessore regionale al sociale Manuela Lanzarin -  e con il Programma di Azione biennale per la promozione dei diritti e l'integrazione delle persone disabili, non a caso tale figura è già stata introdotta nelle aziende più innovative e nei grossi gruppi nazionali ed internazionali. Il lavoro, così come gli spostamenti ed i viaggi, rappresentano anche per le persone con disabilità, tra i migliori modi per condurre una vita inclusiva e volta alle relazioni".

"Il PD punta il dito sui presunti tagli regionali ai fondi del sociale e sull'integrazione socio sanitaria, facendoli risalire ad un momento ben preciso, il 2015. - continua la Lanzarin - Voglio qui ribadire che non vi è stato alcun taglio alle risorse disponibili per la non autosufficienza, non solo: nel 2015 vi è stato l’aumento del fondo per la non autosufficienza per oltre tre milioni di euro portando così la cifra a 754.075.450 euro. Quindi non tagli ma aumento della disponibilità per bisogni crescenti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Tale cifra è stata mantenuta costante nel 2016 per avere un ulteriore incremento di oltre quattro milioni di euro nel 2017 quando il fondo è stato portato a 754.192.450 euro, nel bilancio 2018 il fondo è stato incrementato di cinque milioni di euro. Con l'ultimo bilancio la Regione ha anche introdotto un nuovo fondo di rotazione per sostenere le strutture sociali e socio sanitarie il cui importo ammonta a dieci milioni di euro. Se la matematica non è un’opinione in tre anni la Regione ha incrementato il fondo per la non autosufficienza ed ha trovato risorse per migliorare le strutture socio sanitarie. Comprendo che siamo in piena campagna elettorale, - conclude Lanzarin - trovo però fuori luogo chiamare in causa un argomento così importante come il sociale e soprattutto dare notizie non veritiere che invece alla prova dei numeri risultano infondate."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grandine e temporali, la Marca nella morsa del maltempo

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Folle lite a Cornuda, il proprietario di casa aveva ucciso la madre da giovane

  • Nuovi contagi da Coronavirus nella Marca: in tre positivi al test sierologico

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

Torna su
TrevisoToday è in caricamento