rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Politica Vittorio Veneto

Lega, Da Re: "Nel partito a decidere devono essere due, non venti"

Si è ricomposta la frattura, interna alla Lega Nord, tra Bossi e Maroni. E Da Re apre a una gestione condivisa del partito, con delle precauzioni

Sembra essere tornato il sereno tra il segretario federale della Lega Nord, Umberto Bossi, e l'ex Ministro dell'Interno, Roberto Maroni.

In questo nuovo equilibrio, Gianantonio Da Re, segretario provinciale della Lega di Treviso e sindaco di Vittorio Veneto, si dimostra favorevole a una gestione condivisa del partito, per rafforzarlo, purché "a decidere devono essere in due, non i venti che non contano niente".

"La Lega - ha aggiunto Da Re - è fatta di due personaggi, uno dirompente nel rompere un sistema, l'altro abile a costruire. In questo momento credo sia più importante costruire".

"Che negli ultimi tempi ci siano state diversità di gestione - ha concluso il segretario provinciale - è evidente, anche se si tratta di una partita tutta lombarda". (ANSA)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lega, Da Re: "Nel partito a decidere devono essere due, non venti"

TrevisoToday è in caricamento