Conegliano, tolte le deleghe all'ex sindaco Zambon: Donazzan insorge

Lettera dell'assessore regionale al consigliere comunale di Conegliano sollevato dai suoi incarichi dall'attuale sindaco Fabio Chies invitato a tornare sui suoi passi

Floriano Zambon (Foto d'archivio)

Con una lettera indirizzata a Floriano Zambon, ex sindaco di Conegliano e presidente dell’associazione Città del Vino, l’assessore regionale Elena Donazzan ha voluto esprimere la propria vicinanza personale a Zambon privato di tutte le sue deleghe da parte dell'attuale sindaco, Fabio Chies. Un'azione definita “incomprensibile” dalla Donazzan in persona.

Nella lettera inviata a Zambon, l'assessore esprime stupore per come non siano state risolte eventuali incomprensioni o difformità di vedute del tutto normali in politica. «La tua persona, la tua storia politica, il tuo stile - si legge nella lettera - sono riconosciuti da alleati e avversari. La preoccupazione è quella di perdere un incarico di grande prestigio, quale è la rappresentanza in capo all’associazione delle ‘Città del Vino’: non un semplice incarico di spettanza territoriale, ma di caratura politica che Zambon ha saputo interpretare perfettamente - afferma l’assessore regionale, che concludw - spero il sindaco Fabio Chies ci ripensi perché in politica, quando c’è rispetto delle persone e comunione di intenti, le soluzione si devono saper trovare».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento