Polemiche Lega Nord, nel libro nero di Tosi Zaia, Gobbo e Da Re

Il segretario leghista Flavio Tosi sta per inviare delle lettere di richiamo agli esponenti del partito che hanno reso note alla stampa le tensioni interne. Tra i destinatari Luca Zaia, Gian Paolo Gobbo e Gianantonio Da Re

Ribelli nel libro nero di Flavio Tosi, il segretario regionale della Lega.

Tosi ha dichiarato di avere pronte delle lettere di richiamo destinate agli esponenti della Lega veneta che, immediatamente dopo il voto, hanno sollevato aspre critiche alla linea del partito.

Tra i nomi eccellenti della Lega trevigiana ci sarebbero il governatore del Veneto Luca Zaia, il sindaco di Treviso Gian Paolo Gobbo e il collega vittoriese Gianantonio Da Re. A far loro compagnia Massimo Bitonci, Manuela Dal Lago e Stefano Stefani.

"Durante il consiglio veneto dell'altro giorno - ha spiegato Federico Caner, capogruppo regionale del Carroccio e vice segretario federale - Tosi aveva detto, tra l'altro, che sarebbero stati inviati dei richiami, non dei provvedimenti disciplinari, nei confronti di quanti avevano esagerato con le esternazioni e le polemiche".

La segreteria del partito contesta, in particolare, il fatto di aver "esternato su questioni interne al movimento, senza farlo nelle sedi opportune".

"Il confronto politico è necessario, ma non deve passare attraverso i media. Ben accetta la discussione nella Lega, che se non fa un salto di qualità attraverserà momenti di grande sofferenza che potrebbero portala al suo dissolvimento", questo il commento del presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro, che invece non riceverà alcuna lettera al vetriolo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La decisione è stata presa all'interno del Consiglio Federale non come un provvedimento, che in passato aveva portato a decisioni estreme, ma nello spirito di non fomentare ulteriori tensioni e di riportare la serenità all'interno del movimento", ha ricordato Muraro, che ribadisce: "Alimentare ulteriori polemiche non fa bene, soprattutto all'esterno ma - conclude - è necessario andare avanti con progetti politici costruiti anche con confronti aspri, benché costruttivi, che stabiliscano un cammino programmatico per il futuro del Carroccio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Camion con mucche e tori si rovescia, caos sulla bretella

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Elezioni in Veneto: guida al voto per Referendum, Regionali e Amministrative

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

  • Covid-19, in quarantena una classe del Leonardo da Vinci e una della materna di Cimadolmo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento