rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Politica

Tesoreria unica, Luca Zaia: "È il requiem del federalismo"

L'istituzione della Tesoreria unica rappresenta la fine del federalismo. Con queste parole Luca Zaia è tornato sul tema liberalizzazioni, invitando gli enti pubblici a ribellarsi a Roma

Il governatore della Regione Veneto, Luca Zaia, è tornato sul decreto sulle liberalizzazioni del Governo, che ha imposto l'istituzione della Tesoreria unica.

"Questa è la fine del federalismo, è il requiem - ha dichiarato Zaia - perché nel momento in cui si chiede alle Regioni, alle Province ed ai Comuni di trasferire le loro risorse e i depositi bancari a Roma vuol dire che Roma decide su tutto".

"Già Roma non ci dà l'autonomia - ha proseguito il governatore leghista - ed ora ci toglie pure i soldi dei conti correnti. E' ovvio che è la fine del federalismo".

Zaia ha definito la manovra "una dittatura finanziaria" e ha invitato le banche, che svolgono il servizio di tesoreria, ad affiancarsi alla Regione e agli enti locali nella battaglia.

"C'è ancora il tempo di correggere il tiro - ha aggiunto Zaia - cioé di scegliere il Veneto e non scegliere Roma. È una domanda che rivolgiamo alle banche del territorio e alle grandi banche nazionali".

"Non capiamo per quale motivo - ha rincarato la dose Zaia - il Governo ceda di fronte ai tassisti che protestano e faccia pagare a noi il conto, perché magari le banche ci abbandonano".

Il presidente del Veneto ha anche definito "un buon esempio da seguire" la Banca della Marca Bcc, che gestisce la tesoreria del Comune di Vittorio Venetoche, secondo quanto riportato dai mezzi d'informazione, non avrebbe ancora trasferito a Roma il denaro della cassa municipale.

Nei giorni scorsi il sindaco vittoriese, Gianantonio Da Re, aveva diffidato l'istituto dal fare il versamento a Roma. "È un buon esempio da seguire - ha commentato Zaia - ed un segnale di come si può riuscire ad essere vicini al territorio".

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tesoreria unica, Luca Zaia: "È il requiem del federalismo"

TrevisoToday è in caricamento