rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Politica Centro

Lista civica "Treviso è": presentati in centro città i 32 candidati alle prossime elezioni

Svelato lo slogan della campagna elettorale e presentati i quattro temi che costituiscono i pilastri programmatici caratterizzanti della lista. Paolo Camolei: “Ci impegniamo per una città senza periferie, che cresce con una mobilità sostenibile e intelligente"

TREVISO La lista civica “TREVISO è” guidata da Paolo Camolei ha presentato sabato la squadra dei 32 candidati in corsa per le prossime elezioni comunali del 10 giugno a sostegno della candidatura a Sindaco di Giovanni Manildo. “Ringrazio tutte le persone che si sono messe in gioco” ha dichiarato Giovanni Manildo candidato Sindaco di Treviso – “è un atto di generosità e di amore per la città. Mi piace molto lo spirito di questa lista e la sua dimensione amministrativa e concreta che vuole dare risposte ai cittadini confrontandoci e motivando le proprie posizioni per cercare la sintesi tra le migliori idee di tutti. Questa è la dimensione civica che ci piace nella quale non ci sono ‘no a prescindere’ solo argomenti concreti sui cui confrontarci con serietà e impegno. In questa lista ci sono competenze ed entusiasmo per continuare questo percorso di cambiamento che abbiamo iniziato nel 2013. Ora puntiamo al 2023 e siamo pronti per giocare insieme il secondo tempo e, credo, che con questi giocatori troveremo grande soddisfazione”.

I candidati che compongono la lista provengono da esperienze professionali e di vita molto diverse, ma tutti accomunati dall’amore per Treviso, uniti dalla passione e dalla volontà di mettersi a servizio dei trevigiani e della città, portando idee nuove e competenze di valore. E’ una squadra fatta di persone che arrivano dalla società civile: professionisti, membri dell'associazionismo sociale e sportivo, rappresentanti del mondo del commercio e delle attività produttive, ma soprattutto cittadini che hanno voglia di mettersi in gioco e rimboccarsi le maniche per Treviso:

Paolo Camolei, 61 anni, imprenditore e Assessore alla Semplificazione, Sviluppo e Crescita, Barbara Bevilacqua, 54 anni, titolare di agenzia immobiliare, Nicolò Bortoletto, 30 anni, libero professionista, Nadia Bottos, 35 anni, impiegata contabile, Mario Bulighin, 43 anni, responsabile informatico della Cisl, Elisabetta Burlini, 55 anni, commerciante del centro storico, Adelia Camarotto, 65 anni, pensionata e artigiana creativa, Elena Carretta, 28 anni, Hospitality Manager, Paolo Cauzzo, 68 anni, project manager, Luca Cendron, 45 anni, professionista, Paolo Chiarella, 22 anni, organizzatore di eventi, Elena Cincotti, 45 anni, dipendente amministrativa di un ente di ricerca, Federico De Marchi, 47 anni, agente di commercio, Petra De Zanet, 47 anni, commerciante, già consigliere comunale, Ilario Del Bel, 67 anni, pensionato, Cristina Magoga, 51 anni, hotel manager, Adriano Mendicino, 53 anni, imprenditore, DG del Condor Sant’Angelo, Vice Presidente di Multisport, Cristiano Pasqual, 44 anni, imprenditore, Enrico Perissinotto, 24 anni, libero professionista nel settore comunicazione e marketing,  Francesca Piva, 44 anni, artigiana, Alberto Pivato, 49 anni, imprenditore immobiliare, Anna Provedel, 41 anni, laureata in Lingue, video maker e attrice, Gianni Ramarro, 55 anni, impiegato nella grande distribuzione, Bruno Renosto, 59 anni, agente di commercio, Sergio Rubin, 75 anni, pensionato, Camilla Rutelli, 44 anni, insegnante di scuola primaria, Paolo Tasca, 59 anni, funzionario di Confcommercio Treviso, Luigino Tesser, 62 anni, artigiano e rappresentante del circolo cittadino di Confartigianato, Stefano Trevisi, 44 anni, musicista, insegnante e direttore artistico, Davide Vendramin, 36 anni, impiegato tecnico e volontario della Protezione Civile, Fiorella Zanardo, 49 anni, imprenditrice del centro storico,  Enrico Zanon, 46 anni, antiquario, delegato Ascom del centro storico.

Concretezza e pragmatismo sono i tratti distintivi dei candidati che compongono la lista “TREVISO è” nella convinzione che alle richieste e ai bisogni dei cittadini sia necessario rispondere con realismo, puntando sulle idee, sulle politiche e non sulle ideologie. Un principio ispiratore che trova espressione nello slogan “Il coraggio di fare”, presentato sabato, e che caratterizzerà la campagna elettorale della lista “TREVISO è”. Uno slogan che racconta la volontà di continuare, con fiducia, tenacia e realismo nel percorso amministrativo avviato negli ultimi cinque anni con la Giunta Manildo, che ha contribuito a far rinascere la città di Treviso e ha tracciato la strada per un nuovo sviluppo organico della città da continuare a realizzare nei prossimi anni.

Nell’occasione sono stati presentati anche i quattro punti programmatici che caratterizzano l’impegno e le priorità della lista:

- Riqualificazione urbana attraverso progetti che sappiano coordinare esigenze di collegamento locale (parcheggi, mobilità elettrica/navette, collegamenti ciclopedonali) con quelle regionali (Quarto Lotto della Tangenziale, Liberalizzazione A27) per liberare la città e i quartieri dal traffico, valutando gli interventi all’interno di un quadro d’insieme che indichi le priorità, la programmazione e la manutenzione della rete infrastrutturale locale;

- Sicurezza a 360° attraverso il potenziamento dell’illuminazione e della videosorveglianza soprattutto nei quartieri e nelle aree a rischio, azioni di prevenzioni attraverso il potenziamento dell’organico della polizia locale e l’istituzione della figura del “Portiere del Quartiere” che rappresenterà, nell’ambito del Controllo di Vicinato, l’anello di congiunzione tra le istanze dei cittadini e le Forze dell’Ordine;

- Famiglie e inclusione sociale attraverso azioni che mirano a sostenere la famiglia in ogni suo aspetto con un’attenzione particolare ai nuclei familiari in difficoltà. E’ necessario integrare i parametri ISEE con nuovi criteri di selezione volti a identificare specifiche platee di beneficiari; e favorire il rafforzamento dei legami sociali con iniziative come la Social Street e progetti di inclusione sociale che coinvolgano contemporaneamente famiglie, scuola e sport;

- Cultura, turismo e attività economiche devono essere leve coordinate di un più articolato progetto di marketing territoriale capace di fare di Treviso il collettore dell’intero sistema turistico, culturale ed economico della Provincia. Tra gli obiettivi l’istituzione di un Tavolo di coordinamento tra Assessorati, Associazioni di Categoria e rappresentanti delle attività produttive per una programmazione delle iniziative condivisa e coordinata.

“In soli cinque anni di Amministrazione – ha sottolineato Paolo Camolei, capolista di “TREVISO è” – abbiamo avuto il coraggio di fare scelte importanti, di attuare e dare vita a progetti che hanno cambiato il volto di Treviso, di mettere in campo politiche per una città viva e attrattiva che nessuno, negli anni precedenti, ha avuto il coraggio di attuare. L’Amministrazione Manildo ha ottenuto risultati importanti e ha impostato progetti e interventi che consentiranno a Treviso di spiccare il volo e continuare nel proprio percorso di crescita e di sviluppo. Treviso è tornata ad essere una città aperta e accogliente, una città che ha fatto riscoprire ai trevigiani l’orgoglio di sentirsi trevigiani e il piacere di essere parte di una comunità. Il nostro impegno continua, con ancora più determinazione e forze nuove, perché Treviso diventi sempre di più una città senza periferie, collegata attraverso percorsi ciclabili tra il centro storico e quartieri e tra quartieri e quartieri anche grazie a una mobilità sostenibile e intelligente. Una città attrattiva che fondi sul binomio turismo e cultura una delle proprie leve di sviluppo economico e sul progetto di centro commerciale naturale lo strumento per dare nuovo slancio alle attività economiche e al centro storico. Una città che punta sulle famiglie e sull’inclusione sociale come strumento di crescita, una città rigorosa in cui controllo e fermezza, rispetto delle regole, decoro e protezione dei cittadini sono i fondamenti per garantire la sicurezza".

Manildo_Camolei_LR2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lista civica "Treviso è": presentati in centro città i 32 candidati alle prossime elezioni

TrevisoToday è in caricamento