Il Partito Democratico presenta i candidati alle prossime elezioni tra consensi e malumori

Il partito democratico ha presentato le liste dei candidati alle prossime elezioni. Rabbia e indignazione dalle orlandiane Casellato e Rubinato. Soddisfatto il segretario Zorzi

TREVISO “Chiuse finalmente le liste, viviamo ora questa campagna elettorale con lo spirito di chi vuole ripartire con slancio e forza per costruire nuove prospettive. Assieme a Giovanni Manildo, ai nostri amministratori e militanti, lavoreremo con impegno per sostenere i candidati nei territori. Siamo competitivi grazie a persone come Maria Rosa Barazza e Silvano Piazza che incarnano quel profilo di bravi amministratori a vocazione civica che i cittadini trevigiani conoscono bene e sanno apprezzare".

Con queste parole Giovanni Zorzi, segretario provinciale del Partito Democratico di Treviso, ha commentato la chiusura definitiva delle liste di candidati alle prossime elezioni politiche. Una scelta che ha provocato non pochi malumori in casa PD, soprattutto in personalità del calibro di Floriana Casellato e Simonetta Rubinato che hanno rifiutato di candidarsi dopo l'offerta di un seggio che loro hanno definito come "perdente in partenza". "Bisogna dire che il modo in cui si è chiuso il passaggio della scorsa notte ha confermato la preoccupazione che abbiamo espresso con forza in direzione provinciale e che abbiamo messo nero su bianco in un documento inviato giovedì alla segreteria nazionale" ha continuato Zorzi commentando la chiusura delle liste. "La provincia di Treviso non viene di certo premiata dal momento che tra i capilista non c’è nessun candidato della Marca. Paghiamo purtroppo una situazione che non è figlia del momento ma viene da lontano e che il metodo scelto a livello nazionale per la composizione delle liste ha eccessivamente amplificato. Spiace questo mancato riconoscimento dei nostri territori: è un motivo in più per darsi da fare con ancora maggiore determinazione. Mi sento di ringraziare le due parlamentari uscenti, Simonetta Rubinato e Floriana Casellato, per il lavoro che hanno svolto in questi anni con serietà e spirito di servizio. Un pensiero particolare va a Floriana che ha sostenuto convintamente la mia corsa alla segreteria provinciale. Per la sua storia e la sua passione la considero un valore aggiunto per il Partito e mi auguro, per l’affetto e la stima che ho nei suoi confronti, che possa continuare a darmi una mano a portare avanti il lavoro iniziato in questo primo mese di mandato. Auguro buona fortuna a Laura Puppato per la sua importante corsa alla riconferma e a tutti i candidati espressi dai territori. Mi spiace solo per la decisione presa da Roberto Grigoletto, nonostante l’indicazione del Partito, ma ne comprendo profondamente il valore in vista della fondamentale partita di Treviso. Ora solo un ottimo e coordinato lavoro di squadra ci permetterà di garantire il massimo per il Partito Democratico e per la coalizione di centrosinistra. La sfida è di quelle impegnative ma dobbiamo affrontarla non con la paura e gli alibi ma con la forza delle nostre idee e la consapevolezza di essere l’unica seria e credibile alternativa a destre e populisti" ha concluso il segretario trevigiano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Fossalunga, imprenditore e padre di due figlie trovato morto

  • Uccisa a Capo Verde: sui social una raccolta fondi per aiutare i figli

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Chiede al bar gratta e vinci per 400 euro: non vince nulla ed esce senza pagare

  • Acqua micellare: le verità nascoste

  • Suicidio sui binari a San Fior, Venezia-Udine bloccata per tre ore

Torna su
TrevisoToday è in caricamento