rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Politica

Lega Nord, Gobbo propone Zaia come segretario federale

Il segretario della Liga Veneta, Gian Paolo Gobbo, ha avanzato il nome di Luca Zaia come possibile successore di Umberto Bossi. Il presidente del Veneto declina l'offerta e anche Giancarlo Gentilini decreta: "Deve fare il governatore"

Dopo le dimissioni di Umberto Bossi da segretario della Lega Nord, si è aperto il dibattito sul futuro successore del Senatur. E dal Veneto arriva il nome di Luca Zaia.

ZAIA IPOTESI VEROSIMILE - È “un’ipotesi verosimile”, ha ribadito ieri il sindaco di Treviso, Gian Paolo Gobbo. “Non c’è alcuna ragione per escludere a priori un veneto dalla leadership della Lega – ha sottolineato il segretario della Liga Veneta – Ci sono uomini e donne che abbiamo fatto crescere, creando una classe dirigente importante".

Gobbo si è riferito "sia ai quarantenni, da Zaia a Flavio Tosi a Franco Manzato, sia ai trentacinquenni come Federico Caner. È ovvio – ha aggiunto il primo cittadino trevigiano – che è necessario il più ampio consenso possibile e credo che, sia da Ministro dell'Agricoltura, sia da presidente della Regione Veneto Zaia riscuota ora un riconoscimento molto ampio".

DEVE FARE IL GOVERNATORE - Il vicesindaco di Treviso, però, non ha nascosto la propria contrarietà a uno Zaia segretario: “Ha una missione da compiere che non deve essere annacquata con una segreteria: deve fare il governatore del Veneto", ha dichiarato Giancarlo Gentilini.

"Sono contrario da sempre agli amministratori che fanno i segretari – ha continuato Gentilini – e per questo dico 'no' a Zaia candidato alla segreteria: di lui abbiamo bisogno in Veneto come Presidente, ed altrettanto dirò a Flavio Tosi, se si riconfermerà sindaco di Verona, anche lui faccia solo l'amministratore".

MEGLIO LA REGIONE - In accordo con l’opinione di Gentilini, lo stesso Luca Zaia, che ha evidenziato come il Veneto abbia bisogno di “un governatore a tempo pieno e non part-time”, per questo “non mi interessa una candidatura alla segreteria della Lega".

Il presidente della Regione Veneto ha ringraziato "Gian Paolo Gobbo e tutti i militanti per la fiducia e la considerazione” che gli hanno sempre dimostrato.

Sarebbe poco serio da parte mia disattendere gli impegni che mi sono preso con i veneti due anni fa”, ha ribadito Zaia, che si è detto "cosciente del fatto che il Veneto non ha bisogno di un governatore part-time”.

TROPPI PROBLEMI - Sono infatti tanti i problemi “sul tappeto, ad iniziare da una forte crisi che attanaglia la nostra comunità – ha spiegato Zaia – e che mi vede oggi impegnato più che mai, assieme alla mia squadra, a dare risposte agli oltre 150.000 veneti e venete disoccupati e ai tanti giovani in cerca di lavoro in un Veneto dove su quattro ragazzi sotto i 30 anni uno è disoccupato e due sono precari".

"L'azione e il rispetto nel nostro partito, la Lega – ha concluso Zaia – si guadagna a iniziare dalla buona amministrazione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lega Nord, Gobbo propone Zaia come segretario federale

TrevisoToday è in caricamento