menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bufera sull'M5S: Simone Scarabel rassegna le dimissioni. Berti torna così Capogruppo

Il consigliere regionale trevigiano era stato beccato da un auvolex mentre viaggiava a 113 km/h, ma invece di pagare la conseguente multa, aveva fatto richiesta gli venisse cancellata

TREVISO Caos all'interno dell'M5S del Veneto. Il consigliere regionale trevigiano Simone Scarabel ha infatti rassegnato giovedì pomeriggio le dimissioni da Capogruppo in Regione per il Movimento 5 Stelle. Una scelta dovuta dopo che i vertici nazionali dei grillini gli avevano chiesto di fare un passo indietro a causa di quella multa tanto contestata nei giorni scorsi (anche se pesano molto sulla sua 'testa' pure il mancato rifiuto del Tfr e il ritardo, in qualità di Tesoriere, nella consegna dei fondi ai Comuni colpiti dal tornado) .

Il pentastellato infatti aveva fatto richiesta, tramite lettera su carta intestata del Movimento, che gli venisse cancellata una multa salata che gli era stata comminata da un autovelox dopo che era stato trovato a percorrere la Romea a 113 km/h. Una scelta però criticata dai suoi stessi colleghi che gli hanno subito chiesto di versare quanto dovuto senza creare un caso mediatico, ma ormai il dato era stato tratto, tanto da portare Scarabel a lasciare un'importante carica acquisita solo la scorsa estate.

A questo punto il 34enne, fortemente criticato internamente anche dall'eurodeputato M5S David Borrelli, rimarrà comunque consigliere regionale e a sostituirlo come Capogruppo Regionale sarà nuovamente (almeno pe ril momento) Jacopo Berti, mentre vice rimarrà Erika Baldin. Rifiutata invece da tutto il gruppo l'autocandidatura di Patrizia Bartelle.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento