Giovedì, 29 Luglio 2021
Politica

Bilancio della provincia, il presidente Marcon bacchetta la Tocchetto

“Cara Antonella, una buona opposizione è utile ad una buona amministrazione soprattutto, e converrai con me, se non viene mal adoperata”

TREVISO Rimango molto stupito nel leggere il “j’accuse” della Consigliera Provinciale Tocchetto – commenta il Presidente Marcon – dopo che ieri ci siamo incontrati con tutti i Consiglieri, la stessa Tocchetto se da un lato chiede maggiore coinvolgimento nelle politiche della Provincia e dall’altro, pur avendo avuto tutte le informazioni tecniche sull’argomento, a quale scopo mi accusa poi pubblicamente di mancanza di solerzia e di non capire a chi rivolgermi per risolvere la questione della fideiussione che ad oggi impedisce l’approvazione del bilancio della Provincia?”

“Lei sa benissimo che l’accordo che ha determinato la cessazione dell’obbligazione garantita dalla fideiussione – a seguito della scelta del Comune di non trasferire più la sede municipale nel palazzo della Prefettura – risale al 12 maggio 2016 ed è sottoscritto da tre parti: Provincia, Comune e Fondazione Cassamarca. Lei sa anche che si sono susseguiti innumerevoli incontri, tecnici e politici, per dare attuazione all’accordo, in gran parte incentrati sulle modalità di trasferimento al Comune dalla Fondazione dell’immobile sito in area Appiani, a lungo discussi e con diverse soluzioni affrontate e proposte da parte degli uffici comunali, con vari ripensamenti, che hanno ritardato, di fatto, la piena realizzazione dell’intesa.

Ho personalmente sollecitato innumerevoli volte Comune e Fondazione una rapida soluzione; ho incontrato il Sindaco Manildo e i rappresentati della Fondazione sia al Comune che in Provincia, ottenendo sempre rassicurazioni.  Non ricevendo riscontro concreto ho convocato un incontro il 12 aprile con tutte le parti interessate.  Sono state inviate varie note formali alla Fondazione Cassamarca per sollecitare il rispetto delle intese del 12 aprile. Sono stati richiesti e si sono svolti vari incontri successivi per definire la vicenda; ho perso il conto della mail e delle telefonate di sollecito.  La stessa Consigliera Tocchetto, in più occasioni, ha avuto modo di affermare negli incontri tra i Consiglieri che aveva avuto indicazioni dal Sindaco di una rapida e positiva conclusione dell’iter. Quindi, a chi giova?”.

“Ribadisco – continua Marcon – che proprio basandomi sulla fiducia nel rispetto degli accordi, avevamo predisposto la proposta di bilancio 2017, presentata ai Consiglieri – come ben sa la Consigliera Tocchetto – il 12 giugno per giungere all’approvazione entro i termini.  Gli accordi non sono stati mantenuti, è giunta solo una nota della Fondazione il 14 giugno che affermava l’impegno allo svincolo della garanzia “contestualmente all’imminente restituzione della corrispondente fidejussione da parte del Comune di Treviso” ritenuta insufficiente dal Collegio dei Revisori tanto da costringermi a revocare la proposta di bilancio e a rinviare la convocazione del Consiglio Provinciale e dell’Assemblea dei Sindaci”.

“Ritengo a questo punto necessario, dato che si tratta di decisioni già assunte e formalizzate da tutti gli organi preposti, che ciascuno si assuma la responsabilità di accelerare gli adempimenti burocratici conseguenti per giungere all’attuazione piena dell’accordo, senza ulteriori sterili strumentalizzazioni ma nello spirito di leale collaborazione istituzionale”. “Cara Antonella, una buona opposizione è utile ad una buona amministrazione – chiosa il Presidente Marcon – soprattutto, e converrai con me, se non viene mal adoperata”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilancio della provincia, il presidente Marcon bacchetta la Tocchetto

TrevisoToday è in caricamento