Disability Manager, Conte risponde a Pizzolato: "Dal Pd cinque anni di inattività"

Non si placa la polemica tra il candidato sindaco e il presidente della commissione sociale di Treviso. La replica di Conte: "Sui fondi sociali Manildo è rimasto fermo per 5 anni"

Foto tratta dalla pagina Facebook "Mario Conte Sindaco"

TREVISO “Chi governa da cinque anni e dice, per copiare una nostra idea, che la figura del disability manager è ‘in fase di valutazione da parte dell’assessore’, farebbe ridere se il tema non fosse di assoluta serietà. Per un lustro Manildo e il PD non hanno fatto nulla, ed ora criticano la nostra proposta che, vorrei ricordare al consigliere comunale Pizzolato, ci arriva dal territorio e da associazioni di disabili. Evidentemente questa grande attività a loro favore nel quinquennio di Manildo, non s’è tanto vista...” 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Così il candidato sindaco di centrodestra Mario Conte commenta le critiche di Pizzolato alla sua proposta di un disability manager a sostegno dei trevigiani più deboli. “Quanto alla Regione – dichiara Conte –, forse il consigliere di centrosinistra non ha ben letto l’ultimo bilancio veneto che assegna 10 milioni ad un nuovo fondo per strutture a valenza sociale e 5 milioni in più per i non autosufficienti. Grazie all’integrazione tra Sanità e Sociale, verrà data continuità agli interventi di assistenza e sostegno a disabili e non autosufficienti, nonostante i tagli statali. Invece di criticare e scimmiottare, Pizzolato dovrebbe dire perché in 5 anni non abbiano pensato ad un disability manager, e se n’escano oggi dicendo che è un’idea allo studio. Allo studio? Dopo 5 anni di governo? Vorrei meno polemiche e più fatti, da chi avrebbe dovuto fare e non ha fatto”. “Pizzolato e il Pd di Manildo sono davvero senza vergogna. A zittirli basterebbe ricordare che solo due anni fa la Giunta Manildo aveva decurtato del 50% le risorse stanziate per i bisognosi e l’assistenza domiciliare, salvo poi reintegrarle con variazione di bilancio dopo le nostre critiche riportate dalla stampa. Di fronte a questo, a Pizzolato e compagnia converrebbe solo tacere, cercando di evitare figuracce ulteriori”, conclude Conte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Smart contro un camion: muore 32enne, l'amica alla guida non aveva la patente

  • Covid, dodici lavoratori positivi in una ditta dell'hinterland trevigiano

  • Schianto sulla Pontebbana, gioielli e arnesi da scasso nella Smart

  • Con lo scooter contro un'auto, muore noto albergatore jesolano

  • Covid in azienda, 24 positivi: «Ci lavoravano dieci migranti della Serena»

  • Malore improvviso, 40enne ricoverato in elisoccorso: è gravissimo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento